featured image

Pronti, attenti… Via!

Vi ho convinte sull’importanza di praticare attività fisica in gravidanza? Il vostro ginecologo vi ha dato il ‘nulla osta’? BENE! Siete pronte per iniziare il programma MAMMA IN FORMA!
Prima di farlo, però, mi preme darvi alcune informazioni pratiche trattate in modo sintetico, oggetto successivamente di articoli più dettagliati.

Prima dei consigli, l’indicazione più importante: indipendentemente il parere favorevole del medico, esercitatevi solo ed esclusivamente se ve la sentite. Ascoltate il vostro corpo!

Dove esercitarsi

Scegliete un locale possibilmente sufficientemente ampio, non troppo caldo e ben arieggiato. Abbiate l’accuratezza di togliere i tappeti e lavorare lontano dagli spigoli. Se optate per l’aria aperta, trovate un manto erboso pianeggiante.

Abbigliamento

A seconda della location, scegliete un abbigliamento consono. Se vi allenate all’interno, prediligete i tessuti di cotone che oltre ad essere naturali, fanno respirare la pelle. Importantissima la scelta delle scarpe che devono essere ‘tecniche’ in quanto devono sostenervi ed attutire eventuali colpi: no alle sneakers dunque, sì a scarpe da ginnastica ‘vere’ come Brooks, Adidas, Nike & C.

Quanta fatica fare

Come indicatore della fatica usate l’americano talk-test: durante tutto l’allenamento dovete essere in grado di parlare agevolmente. Se il fiato corto non vi permette di parlare correntemente, fate una pausa e recuperate. Riprendete ad esercitarvi meno intensamente.

Quali esercizi fare

Gli esercizi sono divisi per trimestre, perché, a seconda del periodo di gestazione, diverse sono le esigenze. Per una maggiore sicurezza, scegliete pertanto solo gli esercizi di vostra competenza.

Frequenza cardiaca massima

La cyclette è un formidabile strumento di lavoro, ma essendo uno sforzo prettamente aerobico è necessario fare i conti con la frequenza cardiaca che potrebbe alzarsi al di sopra dei livelli consigliati. Pertanto munitevi di cardio-frequenzimetro e non superate il 70% della frequenza cardiaca massima (100% = 220 – età. Ad esempio, nel mio caso: 220 – 35 = 185, che risulta essere il mio 100%. Il mio 70% sarà dunque 129 battiti al minuto).

Calore

Cercate di non accaldarvi troppo. Se sentite molto caldo, arieggiate il locale. È importante non far superare alla vostra temperatura corporea i 38° C. per lunghi periodi.

Idratazione

Ricordatevi di bere! Rimanere idratate è fondamentale sia per la termoregolazione di cui al precedente punto, sia per non disidratare l’intero organismo. Acqua mischiata ad un succo di frutta senza zucchero andrà benone. Indicativamente la quantità ‘corretta’ sarebbe 0,5 l. in un’ora di attività.

Frequenza

Per riscontrarne reali benefici, sarebbe ideale esercitarsi 3 volte a settimana. 2 volte vanno benone… 1 è meglio che niente!!!

Non esagerate! Nello sport viene premiata la costanza, pertanto non fate l’errore di esercitarvi per 2 ore un giorno e poi stare ferme per 5. Migliori risultati si avranno lavorando per 45 minuti per 3 volte a settimana.

Ahi, che male! Se avvertite uno strano dolore non imputabile ad un affaticamento muscolare, FERMATEVI!
Mi sembra di aver fatto tutte le raccomandazioni, non ci resta che partire!

condivisioni & piace a mamme