Superare la paura del parto: ecco come - GravidanzaOnLine

Giada

chiede:

Buongiorno, ho 33 anni, sono all’ottavo mese di gravidanza (la seconda) e ho più paura del parto di quanta ne avevo nella scorsa gravidanza. Ho paura di morire per un’emorragia. Lo scorso parto è andato tutto bene anche se hanno fatto fatica a far uscire la placenta e so che per questo motivo ci potrebbe essere il pericolo di grave emorragia: mi potete tranquillizzare? Grazie.

Buongiorno cara, intanto le faccio le congratulazioni per la sua gravidanza! Mi spiace molto per quanto le è successo durante il parto precedente, ma ci tengo a rassicurarla dicendole che ogni parto è a sé. È vero, la ritenzione di placenta può portare a un rischio di emorragia, ma ci sono tantissimi altri fattori che possono predisporre a questo. Si parla, però, di rischio: non vuol dire che debba accadere per forza; anzi, il fatto che abbia già avuto una problematica nell’altro parto farà sì che il personale della sala parto possa essere ancora più scrupoloso. Il mio consiglio è di non pensare troppo al “poi”, ma di soffermarsi sul presente. Questa paura del parto potrebbe portarla a non vivere questa gravidanza come si merita, i bimbi in pancia vengono molto influenzati dall’umore della mamma. Pensi a godersi questi momenti che sta vivendo, pensi positivo: non può immaginare quanto la positività influenzi gli esiti in medicina. Non si scoraggi! Se può farla sentire più tranquilla può parlare con l’ostetrica che la seguirà durante il parto delle sue paure e affrontare assieme la situazione. Il potere della condivisione è immenso. Spero di essere riuscita a tranquillizzarla, le mando un caro saluto e tutto il mio affetto.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ostetrica

Categorie