Bambini e capricci: le punizioni sono utili? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, mio figlio ha tre anni ed è molto vivace. Ascolta poco, vuole fare di testa sua e spesso è davvero un capriccio continuo. Insomma, sia io che io mio marito siamo molto stanchi. Per ora il “metodo” che abbiamo utilizzato per farlo stare tranquillo e farlo ragionare è quello delle punizioni: non vedere la tv, non mangiare il dolcetto, non giocare col gioco preferito ecc. Ma mi sembra che la cosa non stia funzionando. Le punizioni sono realmente utili?

Salve signora, i due e i tre anni rappresentano una vera e propria svolta per quanto riguarda lo sviluppo dei bambini. Mentre prima dipendevano totalmente dalla madre, una volta che hanno iniziato a camminare è difficile fermarli. Inizia la prima indipendenza, imparano ad esplorare il mondo e frenarli in continuazione li farebbe crescere insicuri.

Più che le punizioni è giusto dare delle regole, poche ma chiare. A quest’età i bambini apprendono attraverso le immagini: a volte gli facciamo discorsi molto contorti ma, in realtà, un semplice disegno potrebbe fargli capire esattamente cosa vorremmo dire. Pertanto, con l’aiuto di vostro figlio (in questo modo per lui diventa un gioco) ricercate su internet delle immagini riferite a delle regole (si mangia seduti, si mettono a posto i giochi,…), coloratele insieme (non ha importanza che siano colorate in maniera perfetta, ciò che conta è che state facendo un’attività insieme divertendovi) e infine attaccatele in punti strategici e ben visibili della casa.

Altra cosa, a volte i bambini manifestano insoddisfazione e noia proprio agitandosi, perché sono insofferenti: presentate delle attività da fare insieme come preparare un dolce, attività di giardinaggio, un castello creato con degli scatoloni e poi dipinto. I troppi giocattoli sono un passatempo momentaneo e alcuni di questi, soprattutto quelli a batterie, hanno poco a che fare con lo sviluppo della creatività dei bambini. Un caro saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Pedagogista

Categorie