Julia Elle: "Prendiamoci del tempo per noi, ci fa essere genitori migliori"

In una sessione di risposte alle domande dei suoi followers, Julia Elle ha raccontato come lei e suo marito Riccardo si organizzano dal punto di vista educativo con i loro tre bambini. E quale sia il segreto di una genitorialità positiva.

Il segreto per essere dei genitori perfetti non esiste. C’è, al contrario, un ingrediente per essere dei genitori sereni: prendersi degli spazi per sé, accudire il proprio benessere mentale come un giardino, custodire la voglia di essere sereni e felici anche per poter poi riflettere sui bambini questo equilibrio. In una sessione di Q&A su Instagram, l’influencer e autrice Julia Elle AKA Disperatamentemamma ha raccontato come è cambiata la sua famiglia, ora che la piccola Chiara, avuta dal marito Riccardo Macario, è entrata a farne parte.

Una storia di Julia Elle Su Instagram
Credits: @disperatamentemamma su Instagram

Una delle curiosità più forti rispetto a questo nuovo assetto familiare che Julia sta raccontato sui suoi canali social è legata all’impostazione educativa sua e del marito Riccardo, che è padre naturale della piccola Chiara: Chloe e Chris sono invece figli di Paolo, ex compagno di Julia Elle che è rimasto in ottimi rapporti con entrambi e, spesso, compare nelle Instagram Storie di questa grande famiglia allargata.

Julia Elle racconta su Instagram il primo incontro di Chiara con i fratelli maggiori

Alla domanda legata ai differenti metodi educativi suoi e del marito, Julia ha risposto che non esiste un metodo univoco per gestire capricci o per crescere dei bambini e che l’alternanza di modi e approcci favorisce la loro attitudine a confrontarsi con cose del mondo diverse. Per Julia Elle, che ha pubblicato diversi libri sul tema della pedagogia positiva, “la parte difficile” sta nel delegare, nel cedere il controllo, nel convincersi che l’altro è perfettamente in grado di badare ai bambini, di educarli e di crescerli.

Una storia di Julia Elle a tema genitorialità
Credits: @disperatamentemamma Instagram

In un’altra storia, una follower ha aperto un dibattito legato al concetto di buon genitore (o buona mamma, più nello specifico). Quando si può dire di essere davvero dei bravi genitori? Esiste un valore di riferimento universale, se esiste? Julia Elle ha ribadito l’importanza di staccare, prendersi cura di sé e del proprio benessere psicofisico per “sentirsi un genitore migliore”.

Prenditi due ore in cui non fai la mamma. Pensa all’ultima volta che hai fatto qualcosa per te. Cosa ti piace? Quanto tempo riesci a dedicarti? Sei felice?

Neo genitori sopraffatti da carico mentale e suddivisione dei compiti: cosa fare?

Non è un caso che l’influencer abbia pubblicato un libro, tra gli altri, che si chiama “È nelle tue mani. Trovare la forza per essere felici“, che punta proprio sulla necessità di mettere al centro il genitore non soltanto in quanto tale, ma anche come persona, come chiave per la propria felicità.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Mamme VIP