Trattenere addome durante il sonno - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, sono incinta di 16 settimane e ho notato che nella notte durante il sonno, trattengo l’addome involontariamente, anche quando dopo che me ne accorgo e lo rilasso succede ancora. Volevo sapere se questo è rischioso per il mio bambino, è anche vero che ho la pancia abbastanza grande e più di tanto non si trattiene lo stesso, ma volevo sapere se è un problema per il bimbo. Grazie. Saluti

Carissima futura mamma,
non si deve preoccupare… dalla lettera capisco che di notte, involontariamente si accorge di contrarre i muscoli addominali: questo non fa nulla al bambino, non comporta nessun rischio, soprattutto se la contrazione è di lieve entità. Per evitare questa tensione potrebbe mettere in atto delle tecniche di rilassamento prima di andare a letto (per esempio ascoltare della musica rilassante, bere una bevanda calda che non contenga sostanze eccitanti come il té o il caffé, …) e dormire sul fianco, aiutandosi con un cuscino da allattamento per trovare la posizione adatta.
Secondo me, però, questo che lei interpreta come contrazione dei muscoli addominali, in realtà è una contrazione dell’utero: anch’esso è un muscolo involontario che si contrae come tutti gli altri, rendendo duro per qualche secondo il pancione. Avere delle contrazioni uterine, non dolorose, ogni tanto nelle 24 ore, è normale, soprattutto la sera e la notte perché durante la giornata si sta in piedi molto e magari si fa dell’attività fisica pesante (per esempio stirare o pulire i vetri). Inoltre l’utero sta crescendo sempre di più per accogliere al meglio il bambino e queste contrazioni sono quindi normali. L’importante è che non siano dolorose e che non continuino per ore. Se si accorge di avere queste contrazioni molto spesso, provi a evitare alcune attività che richiedono di stare in piedi molto e contatti la sua ostetrica o il suo ginecologo di fiducia.
Spero di aver soddisfatto la sua curiosità,

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ostetrica