Come dormire in gravidanza: posizioni e consigli | GravidanzaOnLine

Il sonno e il riposo sono tra le attività più importanti della vita di ciascuno, tanto che non se ne può fare a meno. In gravidanza una preoccupazione frequente riguarda le posizioni da assumere per riuscire a dormire senza creare problemi o fastidi al proprio bambino. Tale preoccupazione aumenta con il passare delle settimane quando il pancione è sempre più visibile e costituisce anche un ostacolo nei movimenti della mamma e nelle posizioni che riesce ad assumere. Come fare quindi per dormire correttamente in gravidanza?

Tra gli episodi di sonnolenza e i problemi di insonnia, dormire in gravidanza è una questione molto importante che va affrontata con molta attenzione. Anche considerando gli effetti benefici che il riposo ha sulla salute e la serenità della futura mamma.

Le posizioni migliori per dormire in gravidanza

Partiamo da una conferma (e una smentita): la posizione assunta quando si dorme non crea alcun tipo di complicazione per il neonato. Fino a qualche anno fa era diffusa la tesi per cui dormire su un fianco fosse in gravidanza una posizione pericolosa in quanto avrebbero rischiato di comprimere i vasi sanguigni. Le ricerche e gli studi condotti sull’argomento hanno smentito categoricamente che le complicanze per la gravidanza possano derivare dalle posizioni che si assumono durante il sonno.

Esistono posizioni migliori delle altre? Anche per la postura e il risveglio della mamma? Vediamo quali sono le migliori posizioni per dormire in gravidanza, con i vantaggi e le criticità di ciascuna.

Dormire su un fianco

La classica posizione fetale è una delle migliori posizioni per dormire durante la gravidanza. Non c’è un lato migliore dell’altro: l’unico svantaggio di questa posizione è che con il passare delle settimane la pancia può dare fastidio risultando un ingombro. Ma è un problema facilmente risolvibile con l’utilizzo di un cuscino da gravidanza.

Cuscino per la gravidanza: 7 modelli per sonni tranquilli

Dormire sulla schiena

Anche questa è una posizione che spesso viene sconsigliata perché sarebbe associata a una ridotta circolazione del sangue che creerebbe problemi al bambino. Non ci sono conferme per questo tipo di preoccupazione e la posizione può essere assunta tranquillamente e anche se durante il sonno ci si ritrova in posizione supina non bisogna temere alcunché per la propria salute e quella del bambino.

Dormire sulla pancia

Più che vantaggi o svantaggi questa posizione diventa impraticabile con il passare dei mesi. All’inizio si può dormire anche in questa posizione, senza alcun timore, ma quando il volume della pancia aumenta non si riesce a farlo. Quindi non è una posizione possibile dal secondo trimestre in poi.

Come dormire in gravidanza: 3 abitudini per dormire bene

1. Lascia lo stress fuori dalla camera da letto

Sulla gravidanza ne hai sentite tante e tra coloro che ti assillano di preoccupazioni e chi ti fa oggetto eccessivo delle sue attenzioni, questi rischiano di essere mesi particolarmente stressanti. Ed è poi normale che tu faccia fatica a prendere sonno.

Il consiglio è quello di rilassarti il più possibile, dando poco peso ai pareri di chi ti sta intorno e di importi di ritagliarti del tempo per te. Ne hai bisogno tu e il tuo bambino, per vivere serenamente questo tempo di attesa. E il primo alleato della serenità è un buon riposo. Sia quello serale che quello di un sonnellino pomeridiano. Se ne hai voglia e bisogno concediti questo tempo di relax.

I 9 consigli anti-ansia in gravidanza per un’attesa davvero "dolce"

2. Attenzione a cosa mangi e bevi prima di andare a dormire

La gravidanza già impone un regime alimentare particolare per il quale bisogna rinunciare a determinati alimenti, ma un consiglio molto utile per dormire meglio in gravidanza è quello di fare attenzione a quello che mangi e bevi prima di metterti a letto. Tè, caffè e bevande a base di caffeina possono incidere sulla facilità di prendere sonno.

Meglio evitare e impara ad ascoltare il tuo corpo, conoscendo di cosa ha bisogno e gestendo al meglio gli impegni quotidiani, anche per permetterti di dormire senza troppi problemi.

3. Fai esercizi fisici rilassanti

Un terzo consiglio utile è quello di scaricare stress e stanchezza facendo degli esercizi fisici. In gravidanza gli esercizi di yoga risultano essere perfetti anche per migliorare l’elasticità del tuo corpo. Se puoi non rinunciare anche a fare un po’ di moto e attività fisica durante il giorno, ti aiuterà ad arrivare stanca a sera e a dormire meglio, ma anche a migliorare il tuo benessere psicofisico.

Gli accessori per dormire bene in gravidanza

Il sonno è importante sempre, ma lo è ancora di più quando si aspetta un bambino. Tra i consigli utili su come dormire bene in gravidanza bisogna considerare anche gli accessori che possono contribuire a questo scopo. Il corpo delle donne cambia, non solo nella pancia. Quello è l’elemento più visibile, ma tutto l’organismo si adegua a questa novità e anche a livello posturale e di sensibilità le donne possono riscontrare cambiamenti che possono incidere sul proprio riposo.

Uno dei più comuni accessori per dormire bene è il cuscino specifico per la gravidanza. i più diffusi sono quelli flessibili che è possibile mettere sia tra le gambe che sotto la pancia, in modo da costituire sempre un supporto perfetto per stare sdraiati su un fianco. Inoltre sono utilissimi anche durante l’allattamento, sia per la mamma che per il bambino, consentendo una posizione comoda per entrambi.

Esistono poi delle camicie da notte specifiche per la gravidanza; realizzate in tessuti traspiranti e comodi, permettono alle mamme di muoversi nel letto senza problemi e riuscire a mantenere il sonno.

Anche se non è proprio un accessorio, ma più un elemento fondamentale, una particolare attenzione andrebbe dedicata al materasso. Se è da tempo che si rimanda la sua sostituzione, con una gravidanza in corso può essere importante prendere in considerazione di cambiarlo per garantire non solo un buon riposo, ma anche la tutela della salute della mamma.

Mantenere una buona postura quando si dorme, infatti, evita dolori e fastidi al risveglio, permettendo di affrontare con maggiore energia ogni giornata.

Articolo originale pubblicato il 31 agosto 2020

Categorie

  • Gravidanza