Ritardo del ciclo o errore del ginecologo? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, io e mio marito stiamo cercando una gravidanza da 1 anno e mezzo. Ho sempre avuto cicli irregolarissimi, anche di 2 mesi. Dopo 1 anno senza successo abbiamo fatto dei controlli ed è risultata un’astenospermia abbastanza grave di mio marito. Dalla visita andrologica gli è stato diagnosticato un varicocele di I o II grado da non operare ed ha iniziato ad assumere un integratore. Ogni mese, a causa dei miei ritardi che non mi permettevano di rilevare l’ovulazione, ho iniziato a prendere la temperatura basale. Da circa 5 mesi però stranamente sembra che i miei cicli siano tornati a posto. Ovulazione o 15 o 19 giorni dopo il ciclo. Forse grazie a questo e all’integratore assunto da mio marito il mese scorso ho avuto una gravidanza biochimica, con ovulazione 11 giorni dopo il precedente ciclo. Ovviamente nonostante sia andata male eravamo felicissimi perché ormai credevamo che l’unica soluzione per noi fosse la pma. Il problema però è di questo mese. Ultimo ciclo partito l’11 ottobre. 21-22-23 ottobre tantissimo muco eggs filante, tantissimi dolori ad entrambe le ovaie ed il 23 ho avuto anche un rialzo della temperatura. Poi dal 24 secchezza. Il 30 ottobre sono stata dal ginecologo che dall’eco mi ha detto che avevo l’endometrio ben ispessito e 2 corpi lutei, uno a destra ed 1 a sinistra, quindi probabilmente ovulazione doppia. Il 1 ottobre sera ho avuto una perdita di muco rossa e nei giorni seguenti la temperatura basale mi si è alzata di moltissimo, da 36,6 a 37,1. Praticamente volavamo già con la fantasia. Ho una fase luteale di 14 giorni quindi questo lunedì, 14 giorno post ovulazione, ho fatto un test però negativo. Ho aspettato il 2° giorno di ritardo e altro test negativo. Ora sarei al 4° giorno di ritardo e ancora nessun segno di ciclo in arrivo (ho sempre spotting da 4-5 giorni prima dell’arrivo delle mestruazioni). Cosa devo pensare? Possibile che il ginecologo si sia sbagliato e l’ovulazione è avvenuta solo in concomitanza della perdita di sangue avuta 1 settimana fa (mi capita sempre di avere una perdita rossa il giorno prima dell’ovulazione) con relativo aumento della temperatura basale? Oppure è possibile avere l’endometrio spesso prima dell’ovulazione e che i corpi lutei che il ginecologo ha visto fossero di ovulazioni precedenti? O è possibile un falso negativo con test fatto con 2 giorni di ritardo? È da domenica che la mia temperatura basale è fissa sui 37 gradi. Mi sento di escludere un’ovulazione dopo il 23 e prima della visita ginecologica, perché il mio grafico non ha avuto alcun rialzo. Grazie del vostro aiuto

Dai dati che mi fornisce mi sembra giusto ritenere che l’ovulazione sia avvenuta attorno al 21-22-23 ottobre. Infatti mi descrive il muco filante e dal 23 rialzo della temperatura, inoltre il suo medico ha visto i corpi lutei che sicuramente facevano parte di questa ovulazione in quanto un corpo luteo vive solo due settimane.
Un test fatto due giorni dopo il ritardo non è sempre attendibile al 100%.
Ovviamente posso solo consigliarle di aspettare e riprovare a fare il test tra qualche giorno.
Auguri!

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ostetrica