Anonimo

chiede:

Buonasera dottore, sono Alessia e sono in attesa della mia
della mia prima bimba. Il 15 ottobre dovrò affrontare il cesareo.
Faccio quest’intervento a causa dei miei problemi di salute: in
pratica a pochi mesi dalla nascita ho avuto un idrocefalo che si é
compensato senza l’innesto di valvole. Questo idrocefalo mi ha
lasciato solo un leggero strabismo corretto poi chirurgicamente e una
lieve disabilità agli arti inferiori. Oggi ho avuto l’incontro con
l’anestesista dell’ospedale dove farò il cesareo e mi ha detto che a
causa del mio idrocefalo per stare più tranquilli farò l’intervento in
anestesia generale e non spinale. La cosa mi ha agitato per due motivi:
primo, ho il terrore di tale anestesia, secondo, non sarò partecipe alla
nascita di mia figlia, evento unico al mondo. Volevo quindi avere un
secondo parere anche da lei, non posso proprio sperare in un anestesia
spinale? Grazie per la risposata e l’attenzione.

Gentile Signora Alessia, la domanda che mi pone è molto delicata.
Per scegliere l’anestesia più adatta occorre valutare da caso a caso, distinguendo l’idrocefalo corretto chirurgicamente e quello non coretto, così come l’idrocefalo associato ad aumento della pressione endocranica.
La letteratura scientifica internazionale indica come possibili tutte le anestesie: generale, spinale o epidurale. Ognuna di esse andrà condotta con giudizio, tenendo presente le condizioni della paziente e bilanciando i benefici di ciascuna con i possibili svantaggi.
Dalla sua descrizione mi sembra che nel suo caso non vi sia ipertensione endocranica grave e vi sia un buon compenso. Personalmente terrei in gran conto le sue aspettative, ma non ho tutti gli elementi diagnostici e clinici che invece penso siano in possesso al collega anestesista che le ha fatto la consulenza. La scelta dell’anestesia andrebbe sempre concordata con la partoriente, ma è dovere del professionista che la assiste di darle tutte le informazioni che possano meglio orientarla per una decisione corretta, serena e sicura. Certamente il suo anestesista avrà avuto modo di discutere con lei le sue motivazioni della scelta di una anestesia generale. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Anestesista