"Come bisogna prepararsi all'epidurale in vista del parto?"

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottore, sono una mamma in attesa e vorrei fare l’epidurale. C’è un modo per prepararsi a questo tipo di anestesia? Mi spiego meglio: bisogna essere a digiuno o tenere determinati comportamenti nei giorni precedenti? So che la data del parto è indicativa, ma magari nei giorni precedenti posso fare qualcosa che agevoli (o non danneggi) l’anestesia. La ringrazio tantissimo per la risposta.

Buongiorno signora, per essere sottoposti ad analgesia peridurale non sono necessari comportamenti particolari: il parto naturale (con o senza analgesia peridurale) va affrontato e vissuto con la massima serenità e senza stravolgimenti dei ritmi della vita in gravidanza.

Fare del movimento (passeggiata lenta, yoga) e sesso (il rilascio di ossitocina aiuta la dilatazione del collo dell’utero in preparazione al travaglio) nelle ultime settimane di gestazione (qualora non vi sia una gravidanza a rischio) può ridurre la durata del travaglio in tutte le fasi (dilatativa ed espulsiva).

L’unico consiglio che le posso dare è di non affrontare pranzi o cene luculliane in prossimità della data presunta del parto, poiché il travaglio e i farmaci usati in anestesia possono in rari casi provocare nausea o vomito. Ma il consiglio che le do è presto ascoltato: sarà il suo corpo, per primo, a suggerirle di non farlo! Congratulazioni e in bocca al lupo!

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Anestesista

Categorie