Papà in sala parto: come prepararsi all'evento - GravidanzaOnLine

“Non so se me la sento di assistere mia moglie durante il parto: cosa fare?”

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottoressa, questa volta è un papà a scriverle. Mia moglie è incinta e io sto riflettendo non poco sulla decisione di entrare in sala parto insieme a lei. Mia moglie mi vorrebbe al suo fianco ma io, leggendo articoli a riguardo e guardando video a tema, non so se me la sento. Sono decisamente impressionabile e ho paura di essere d’intralcio. Ci sono dei modi in cui posso prepararmi ad entrare in sala parto con lei ed essere effettivamente di supporto? Cosa posso fare? La ringrazio.

Salve, che piacere scrivere con un papà! I dubbi e le paure che sente sono assolutamente normali e molto comuni. Un uomo deve poter vivere l’esperienza della nascita del suo bambino positivamente e senza traumi e, se per lui è troppo intenso, deve avere la possibilità di scegliere se rimanere in sala parto o meno. Il mio consiglio è sicuramente quello di parlarne con sua moglie ed esternare queste sue paure: la comunicazione di coppia è sempre fondamentale, soprattutto per quanto riguarda un evento così importante come l’arrivo di un figlio.

Se possibile, potreste seguire un bel corso d’accompagnamento alla nascita incentrato sulla coppia (di solito sono molto dinamici e poco frontali): spesso durante questi incontri l’ostetrica invita i partecipanti a provare massaggi, compressioni, posizioni che possono essere utili per la donna in travaglio e, contemporaneamente, permettono all’uomo di stare accanto alla sua compagna con competenza e informazione. Potrebbe essere anche un’ottima occasione per colmare lacune e parlare dei propri dubbi sia con l’ostetrica sia con altri uomini alla prima esperienza o già diventati padri. Inoltre, consiglio un bel libro sia per lei sia per sua moglie perché scritto molto bene e con una consistente parte dedicata all’uomo e a quello che sente dal momento del test positivo fino all’arrivo del bimbo: “Venire al mondo, dare alla luce” di V. Schmid.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ostetrica

Categorie