Chiara

chiede:

Buongiorno, mi chiamo Chiara e sono incinta alla 20esima settimana. Ovviamente manca ancora un po’ di tempo al parto, per il quale non sono eccessivamente preoccupata perché mi sono documentata molto. Ho però notato che si parla poco del post gravidanza e di quello che una donna dovrebbe aspettarsi dopo aver partorito. Possono insorgere delle complicanze nel periodo successivo al parto? E come bisogna prendersi cura delle parti intime? La ringrazio per l’ascolto e la risposta.

Buonasera Chiara, mi fa piacere leggere che si sia informata sulla gravidanza: l’informazione è sempre importante, in particolare in casi come questo, in cui il corpo della donna cambia sotto tantissimi aspetti. Ha ragione, molto spesso si sente parlare della gravidanza, ma si trovano poche informazioni sul dopo parto e il ritorno a casa: questo è un retaggio culturale, l’interesse è affrontare un “problema” alla volta, quindi prima la gravidanza e poi si vedrà. Chiaramente, come in tutte le cose, esiste la possibilità che il dopo parto non vada come ci si aspetta: il parto stesso è molto incisivo su questo aspetto. Se dovessi elencarLe tutte le complicanze esistenti, probabilmente non mi basterebbe l’intero sito di GravidanzaOnLine. Per questo motivo le consiglio caldamente di partecipare a un incontro di accompagnamento alla nascita (IAN). Questi IAN, che possono essere frequentati in ospedale, in consultorio o nelle strutture private presenti sul territorio, sono condotti dalle ostetriche con lo scopo di dare più informazioni possibili ai futuri genitori su tutte le fasi della gravidanza, del parto e del puerperio.

Per quanto riguarda la cura delle parti intime, durante la gravidanza può effettuare il massaggio del perineo, metodo che consiste nell’allenare i tessuti coinvolti nel parto. Nel dopo parto, invece, l’indicazione è di effettuare una normalissima igiene intima con acqua e sapone due volte al giorno, solitamente mattino e sera, e di sciacquarsi con la sola acqua ogni volta che va in bagno a fare pipì o a cambiare l’assorbente. È consigliabile recarsi in bagno ogni due ore circa per svuotare la vescica. Qualora, a seguito del parto, le sue parti intime dovessero avere la necessità di essere pulite in modo differente da quanto sopra descritto, le ostetriche del reparto di puerperio le daranno tutte le informazioni necessarie.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ostetrica

Categorie