Anonimo

chiede:

Buonasera, vorrei sapere un suo parere in attesa della visita dall’anestesista. Il 7 febbraio ho il termine della mia prima gravidanza. Dall’ortopedico mi viene sconsigliata l’epidurale in quanto all’altezza l4-l5 ho delle viti perché ho avuto un intervento di stabilizzazione della colonna e in più sono attualmente ancora in cura per l’epilessia con keppra. Secondo il ginecologo potrei tentare per il parto naturale e poi eventualmente fare il cesareo con anestesia totale. Premetto che ho la soglia del dolore pari a zero e che quando mi viene mal di schiena è insopportabile e in più ho anche paura di non riuscire con il parto naturale perché già in altre situazioni per il dolore sono svenuta… Con questi problemi non sarebbe più sicuro programmare un cesareo? La ringrazio per una sua gentile risposta.

Gentile Signora Moira,
Ovviamente una risposta completa e adeguata la potrebbe ottenere solo se io potessi rendermi conto di persona della sua situazione clinica e sapessi dove abita e dove va a partorire. Come può immaginare la pratica clinica può variare grandemente da ospedale e ospedale e da regione a regione…
In linea di massima non necessariamente la presenza di viti per stabilizzazione della colonna è una controindicazione all’epidurale, sia perché va valutato ogni singolo caso, sia perché si può benissimo ricorrere a tecniche analoghe con successo (ad esempio la CSE, epidurale-spinale combinata). Ne dovrebbe parlare approfonditamente con l’anestesista (possibilmente quello che le farà l’anestesia) e non con l’ortopedico o con il ginecologo. Né l’epilessia né la stabilizzazione vertebrale sono delle indicazioni al taglio cesareo e il suo ginecologo, giustamente, le propone un parto spontaneo per via vaginale. Anche di questo deve parlarne con il suo ginecologo (spero appartenente alla struttura dove andrà a partorire…). Non so se dove andrà a partorire ci sia un servizio di analgesia epidurale per il travaglio ed il parto spontaneo, perché se così fosse, non dovrebbe avere problemi ad essere rassicurata per il dolore del travaglio. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Anestesista