featured image

Dott.ssa Monica Calcagni

1995: Maturità classica conseguita presso il Liceo Ginnasio “Tulliano” di Arpino (FR) con la votazione di 51/60.
1995-2001: II Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Laurea in Medicina e Chirurgia con la votazione di 110 e LODE conseguita il 31/10/2001.
2001-2006: II Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia con la votazione di 50 e LODE conseguita il 14/11/2006.
2002: II Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Abilitazione all’esercizio della professione di Medico-Chirurgo nella prima sessione dell’anno 2002 con la votazione di 87/90.
Dal 2002: Regolarmente iscritta all’albo professionale dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Frosinone.
2004: Abilitazione BLSD-provider conseguita presso l’ANMCO.
2006 Istruttore BLSD per l’ANMCO.
2000-2006 Partecipazione a Congressi, Convegni e Corsi di Aggiornamento di Ginecologia ed Ostetricia, Medicina d’Urgenza e Medicina Generale.

ESPERIENZE PROFESSIONALI

1999-2001

  • Ospedale “S. Eugenio” di Roma – Frequenza nella divisione di Ginecologia ed Ostetricia  del centro di sterilità e infertilità di coppia (monitoraggi follicolari, IUI, FIVET).

Maggio 2002-Settembre 2003

  • In servizio per l’attività assistenziale presso il Reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale “S. Eugenio” di Roma.

Ottobre 2003-Novembre 2004 e Giugno 2005-Ottobre 2006

  • In servizio per l’attività assistenziale presso il Reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale “S. Giovanni Evangelista” di Tivoli.

Dicembre 2004-Maggio 2005

  • In servizio per l’attività assistenziale presso il Reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale “Sandro Pertini” di Roma.

Dal 2002

  • Sostituzioni di medici di medicina generale convenzionati col SSN ASL RMA, RMB, RMC, RME, FR  (dal 2002 a tutt’oggi).
  • Assistenza medica in villaggi turistici (Valtur, Viaggi del Ventaglio, etc.), soggiorni vacanze (Confagricoltura) e colonie estive per  enti pubblici e privati (Telecom, Enel, etc) (dal 2003 a tutt’oggi).
  • Assistenza medica presso manifestazioni sportive amatoriale e professionistiche (dal 2002 a tutt’oggi).
  • Medico prelevatore presso l’Associazione Nazionale per la lotta contro le Microcitemie in Italia O.N.L.U.S. sede di Roma e presso laboratori analisi privati convenzionai col SSR e SSN (dal 2004 al 2006).
  • Servizio di guardia medica notturna e festiva presso l’Ospedale Virtuale della Cooperativa Sociale Roma Medicina a r.l. RM A (dal 2004 Al 2006).
  • Servizio di guardia medica presso le Misericordie d’Italia sede di Roccasecca (FR) (dal 2004 al 2006).
  • Servizio di guardia medica presso la casa di cura screditata Villa Gioia di Sora (FR) (dal 2006).
  • Servizio di guardia medica ostetrico-ginecologica presso la casa di cura accreditata Villa Pia di Roma (dal 2006).
  • Servizio di prestazione ambulatoriale specialistica presso i consultori e le ASL del Lazio.
  • Servizio di consulenza telefonica medico-ginecologica per la Campagna di Informazione “Scegli tu” promossa dalla SIGO (da Maggio 2005 a Marzo 2006).
  • Servizio di consulenza telematica medico-ginecologica-ostetrica per la società SMA per il canale Libero Salute (Giugno 2005 ad Agosto 2006).
  • Servizio di consulenza telematica medico-ginecologica-ostetrica per i canali telematici www.medicitalia.it e www.gravidanzaonline.it (Giugno 2005 a tutt’oggi).

Leggi tutto il cv

Medico Risponde - Infettivologo

Candida in gravidanza

Sono di 18+5sett. e da tre gg che mi fa male, prurito giù. Ho preso la candida. Mi lavo tre-quattro volte al dì con bicarbonato e metto canesten crema. Primi due gg andava bene, ma ieri notte mi veniva tanto da grattare. Cosa devo fare? Grazie mille.

Medico Risponde - Infettivologo

Vaginite in gravidanza

Egregi Dottori, ora sono alla 20 settimana di gestazione e con la presente sono a chiedere un consiglio: il 15/06 mi è stata diagnosticata una cistite curata con monuril bustine e spasmomen in compresse, ma non è passata. Successivamente ho fatto nuovamente l'urocoltura e mi è stata prescritta una cura con monuril bustine, cistalgan compresse e normogin compresse vaginali. In questi giorni ho ripetuto l'urocoltura ed è stata evidenziata la presenza 500.000 UFC/ML di ENTEROCOCCO Fecale, mentre nelle urine la presenza di LIEVE BATTERIURIA. Purtroppo sono allergica a buscopan, miocamen, zimox, ribex, vancocina, teldane (con tutti effetti di orticaria), aspirina (epistassi). Cosa posso fare? Sono un po' preoccupata per il mio bimbo, visto che lo scorso anno ne ho perso uno alla 7° settimana di gestazione. In attesa di un riscontro porgo, Distinti saluti

Medico Risponde - Infettivologo

Sono risultata positiva al citomegalovirus!

Gentile dottore, ho 40 anni e sono in attesa del mio secondo figlio, sono alla 5+5 settimana di gravidanza. Facendo i primi esami sono risultata positiva al CMV con igg 95.5 (valori di riferimento 0.0-6.0) e igm 1.49 (valori di riferimento 0.0 - 0.65). Sono molto preoccupata, cosa devo fare?

Medico Risponde - Infettivologo

Infezione da clamidia

Salve, ho letto che la clamidia può essere trasmessa solo per via sessuale. Dopo una serie di esami io e mio marito stiamo affrontando una situazione piuttosto dura, poiché solamente io sono risultata positiva alla clamidia tracomatis. Premettendo che non ho MAI tradito mio marito, neanche con il pensiero, e che a tre mesi di gravidanza mi ritrovo a fare una cura di antibiotici per una cosa che non so come sia arrivata ad avere, è possibile che io l'abbia contratta in qualche altro modo? O potrebbe essere solo un falso positivo? Inoltre, mettendo in dubbio il risultato del tampone che ho fatto, è normale che un laboratorio usi le stesse piastre per la coltura per due pazienti diverse? Non so cosa pensare... Grazie per l'attenzione

Medico Risponde - Infettivologo

Rapporto anale e vaginale con lo stesso preservativo!

Salve dottoressa Calcagni,sono una ragazza di vent'anni e ho un problema.Ieri mattina ho avuto dei rapporti sessuali protetti con il mio ragazzo. C'è stato anche un rapporto anale (il primo), dopodiché ce n'è stato un altro vaginale, entrambi protetti, ma con lo stesso preservativo.Da ieri pomeriggio ho un insistente anche se non fortissimo prurito vaginale. Mi sono lavata diverse volte ma il prurito (che è molto interno) non sembra voler smettere e noto delle perdite biancastre anche poco dopo essermi lavata.Ora, potrebbe essere

Medico Risponde - Infettivologo

Infezione: posso avere un bimbo?

Gent.ma Dottoressa, avrei bisogno di un Suo consiglio. Per molto tempo ho avuto problemi di infezioni vaginali curate con vari medicinali, dopo varie visite ginecologiche e dopo consulti comunque diversi di ginecologi. Ultimamente credevo di aver risolto il problema (confermato dalle analisi delle urine) con una cura "forte" che mi era stata prescritta. A distanza di un mese, pur non avendo fatto ulteriori analisi visto i soliti sintomi, credo che ho nuovamente l'infezione. Ho la possibilità di rimanere incinta pur essendo in atto eventualmente un'infezione? Poi avrei un'altra domanda da porLe. Prima di sposarmi con mio marito, usavamo il preservativo oltre all'assunzione della pillola da parte mia. Il problema era che durante il rapporto avvertivo fin dall'inizio forte dolore. Il tutto era addebitato dai vari ginecologi all'infezione recidiva. Subito dopo il matrimonio abbiamo deciso di avere un bimbo e ovviamente non assumo pillola e non usiamo preservativo, io non avverto più dolore. C'è la possibilità che fossi allergica al lattice? Ed infine un'ultima domanda, quando abbiamo rapporti il liquido seminale fuoriesce in grosse quantità. È normale? La ringrazio anticipatamente per la Sua disponibilità.

Medico Risponde - Infettivologo

Tappeto di miceti

Buonasera,le scrivo perché alla 36ma settimana di gravidanza ho fatto il tampone e mi hanno trovato una situazione anomala. Con tappeto di miceti e assenza di lattobacilli e ph acido.Da un anno ho riscontrato prurito vaginale, e io e mio marito abbiamo bruciori durante i rapporti.L'inizio del fastidio è coinciso con l'incremento della stitichezza, riduzione drastica dell'attività fisica e con un particolare periodo di stress.Dopo 5 mesi sono rimasta incinta, anche se i fastidi sono continuati presentandosi in intensità diverse durante il rapporto.Oggi il ginecologo, che prima mi consigliava acqua e lavande, mi ha prescritto: 1 ovulo di lorenil - messo una volta mi ha provocato molto bruciore1 confezione di flagil che metto tutte le sere.con flagil andava bene, finché ieri ho iniziato ad avere bruciori, abbiamo avuto un rapporto con preservativo e ho avuto ancor più bruciori.Devo risolvere questo problema, e temo che la cura non sia sufficiente.Ha consigli da darmi?Grazie

Medico Risponde - Infettivologo

Sono risultata positiva all'Herpes virus!

Gentilissimo dottore, quattro giorni fa ho ritirato le analisi del sangue e sono risultata positiva all'Herpes virus (IgM positive e IgG negative), poiché sono alla decima settimana di gravidanza mi sono preoccupata notevolmente soprattutto dopo aver letto le conseguenze che potrebbero esserci per il feto. Il ginecologo mi ha tranquillizzato dicendomi che non c'era un rischio alto di trasmissione fetale. Io comunque non sono tranquilla, vorrei sapere quali sono le percentuali di trasmissione ed eventualmente di malformazioni al feto. La ringrazio anticipatamente

Medico Risponde - Infettivologo

Test HCV positivo: devo rinunciare ad una gravidanza?!

Salve, sono una donna di 41 anni, lo scorso mese ho avuto un aborto alla 9 settimana, con mio enorme sconforto quando ho ritirato le analisi fatte prima ho riscontrato il test HCV positivo. Facendo poi ulteriori controlli con HCV RNA quant.e qualit. è risultato tutto negativo. La mia domanda è: posso provare ad avere un'altra gravidanza? O crede che è meglio che rinunci data l'età e questo HCV positivo????

Medico Risponde - Infettivologo

IgG del CMV positive!

Buongiorno, solo alla 18 settimana di gestazione il mio ginecologo si è ricordato che non mi aveva ancora prescritto gli esami per CMV. Ho solo oggi ritirato gli esami con il risultato che le IGM sono negative, mentre le IGG risultano di 35UI/ml. Ora sono un po’ preoccupata in quanto non so quando ho contratto il citomegalovirus se prima della gravidanza o durante, in quanto se non ricordo male le IGM rimangono elevate solo per qualche mese dall'infezione. Mi potrebbe darmi qualche informazione al riguardo e aiutarmi a capire meglio se il piccolo corre dei problemi di salute? Grazie

Medico Risponde - Infettivologo

Sono spesso colpita da cistite da Escherichia Coli

Gentilissimo Dottore,purtroppo sono spesso colpita da cistite daEscherichia Coli che si manifesta entro 24 h ore dal rapporto sessuale.Negli ultimi 2 anni sono riuscita ad evitare l'infezione lavando leparti intime sia prima che dopo i rapporti, ma negli ultimi 2 mesi,nonostante questi accorgimenti, la cistite (sempre da Escherichia Coli)si è manifestata 2 volte.In entrambi i casi ho provato un certo"fastidio" durante il rapporto avuto il giorno prima dellamanifestazione dei primi sintomi, quindi il medico di famiglia, oltrealla cura con l'antibiotico sensibile, mi ha consigliato l'utilizzo diun detergente intimo lubrificante.Va bene uno con ph 3,5 o 4?Ildetergente intimo in questione può essere usato 2 volte al giorno? È opportuna una cura con due bustine di monuril ogni 15 gg per 3 mesi?Inoltre vorrei prendere dei fermenti lattici, quale tipologia sarebbepiù adatta per la prevenzione? I fermenti lattici possono essere presitutti i giorni per sempre oppure è bene sospendere per periodi più omeno lunghi?Grazie e cordiali saluti.

Medico Risponde - Infettivologo

Rosolia: IgG alte!

Salve, vorrei chiarimenti per quanto riguarda la rosolia IGM Dubbia. Mia moglie 2 anni fa ha eseguito gli esami di routine per rosolia in quanto in stato interessante, primo risultato anticorpi alti IGM positiva, ripetuto il test anticorpi alti IGM dubbia, al secondo mese ebbe un aborto spontaneo. A distanza di un 2 anni, decidiamo di avere ancora un figlio, esami di routine e stesso risultato, anticorpi alti e IGM dubbia per quanto riguarda la rosolia. Purtroppo mia moglie ha dovuto eseguire un aborto terapeutico dato da una patologia cromosomica dopo esame amniocentesi.Ora ci chiediamo se tutto può essere dato da questo dato di rosolia dubbia, i medici dicono che essendo gli anticorpi cosi alti il fatto che le IGM siano dubbie non significano nulla,non vale la pena di fare esami più approfonditi? E quali per esempio? Vorremmo avere un'altro figlio ma tutto questo ci preoccupa un poco.Grazie per la disponibilitàSaluti

Medico Risponde - Infettivologo

Non immune alla rosolia!

Gentile Dottore, sono una donna di 34 anni alla 27 settimana di gravidanza, ho effettuato prima della gravidanza il rubeo test per la rosolia e sono risultata NON IMMUNE. Successivamente, da quando ho scoperto di essere incinta (8-9 settimana)ogni circa 30 giorni ho effettuato il test per la rilevazione di un eventuale contagio. Alla 21 settimana il risultato degli esami periodici era: IGG> ASSENTI e IGM>58 IU/ml. Da allora ho continuato a ripetere, a distanza di 15 giorni, gli esami per rilevare la comparsa delle IGG, ed eventualmente fare l'Avitiy, ma ad oggi (27 settimana) l'ultimo esame ripetuto a dato i seguenti risultati: IGG assenti e IGM presenti TV 2,72.Il mio dottore mi ha riferito che le IGM rilevate potrebbero riferirsi ad altre infezioni, ma anche per quello, gli esami microbiologici effettuati sulle urine hanno dato esito negativo.Mi rivolgo a lei per avere un ulteriore chiarimento: è possibile che la comparsa delle IGG ritardi più di 30 giorni?... devo considerarmi contagiata dal virus della rosolia anche senza la presenza di IGG? O considerato lo stato della gravidanza devo considerarmi "fuori pericolo".La saluto e la ringrazio sin da adesso per la sua risposta.Grazie

Medico Risponde - Infettivologo

Ho fatto il vaccino per la varicella…

Buongiorno, ho 31 anni, un bambino di 3 e vorrei una secondagravidanza. Io non ho fatto la varicella per cui dato che mio figlio vaall'asilo e potrebbe contrarla mi hanno consigliato il vaccino che hofatto: a maggio prima dose e il 9 luglio la seconda e ultima-VARILRIX. Quanto devo attendere per cercare una gravidanza? Il medicoall'asl dove ho fatto il vaccino mi ha detto che l'attesa consigliata è di circa 30 giorni, quindi 2/3 mesi dovrebbero essere sufficienti. Vi ringrazio molto, saluti

Medico Risponde - Infettivologo

È possibile che io sia diventato portatore sano della candida?

Salve, la mia partner ha avuto la candida a fine maggio, l'ha curata con specifici ovuli e durante il trattamento ci siamo astenuti da avere rapporti. Ora le è ritornata, è possibile che io sia diventato portatore sano della candida (pur non avendo sintomi quali perdite)? E se sì cosa devo fare? Lei assume la pillola quindi non usiamo precauzioni a barriera per i rapporti.

Medico Risponde - Infettivologo

Il mio aborto è correlato all’infezione da CMV?

Buongiorno, ho 34 anni. Alla mia terza gravidanza ho avuto un aborto interno diagnosticato a 9 settimane + 2 gg (perdite ematiche dalla 6 settimana).Ho ritirato solo dopo l'aborto le analisi del sangue effettuate a 8 sett + 3gg e, in relazione al CMV risultano IgG 4.8 (presenti >0.6), IgM 42 (presenti >30), IgG Avidity 0.52 (infezione pregressa > 0.3).Volevo chiederle se, nella mia specifica situazione, è ipotizzabile un nesso tra l'infezione e l'aborto e se, volendo intraprendere a breve una nuova gravidanza, devo effettuare eventuali ulteriori controlli.La ringrazio

Medico Risponde - Infettivologo

La candida non vuole proprio andare via!

Caro dottore, ho appena compiuto 18 anni ed ho la "candida" da circa 6/7 anni. Il mio ginecologo all'inizio mi fece assumere alcune pillole, ma l'infezione non si interruppe. Un paio di anni fa, dopo essermi fidanzata, decisi di iniziare a prendere la pillola, quindi andai a fare il controllo dal ginecologo che mi fece mettere un ovulo, prendere alcune pillole sia a me che al mio fidanzato, e fare alcune lavande. Dopo tutto ciò la mia infezione continua a persistere. Non so più come fare, mi mette molto a disagio in alcune situazioni. Non riesco a curarla, anche il dottore ormai non sa più cosa darmi. Vi prego aiutatemi!! Sono stufa!! Attendo una Vostra risposta. Cordiali saluti

Medico Risponde - Infettivologo

Valori sballati sul citomegalovirus

Gentile Dottore, sono alla quarta gravidanza, e con mio grande stupore, facendo gli esami richiesti, mi sono accorta di avere valori sballati sul citomegalovirus: igg 11,50 ui/ml; igm 58 ua/ml e avidità 0,60 indici. Mi devo preoccupare? L'ostetrica mi ha detto che sembra essere un’infezione non recente e quindi meno pericolosa, cosa devo fare? Cordiali saluti

Medico Risponde - Infettivologo

Toxoplasmosi alla 21^ settimana

Gentile dottore, sono piuttosto preoccupata. Sono alla 21^ settimana di gravidanza (seconda gravidanza, la 1^ tutto ok). Oggi ho ritirato le analisi del sangue e risulta che le IGG sono negative mentre le IGM positive-borderline (nessun valore indicato). Non capisco come possa averla presa visto che ho rispettato tutte le indicazioni per evitare appunto il contagio. Posso sperare in un errore oppure di sicuro ho contratto da poco il virus e perciò gli anticorpi si stanno manifestando adesso? Quante possibilità ho che la mia bambina sia sana? Infine quale centro diagnostico in materia infettiva mi consiglia a Roma? Ho fatto l'amniocentesi con il Dott. Maggi potrei nuovamente rivolgermi a lui? Grazie per la risposta, e scusatemi ma sono molto triste.

Medico Risponde - Infettivologo

Tampone positivo

Gentile dottoressa, aspetto una bimba per gennaio, ho già un figlio di due anni durante la gravidanza del quale alla 38° sett. se non sbaglio avevo fatto il tampone che era risultato positivo (Staffilococco o streptococco, non mi ricordo). so che non è una cosa grave, in verità la mia ginecologa non mi aveva dato niente rimandando la cura antibiotica durante il travaglio, cosa che non è stata possibile perchè sono arrivata in ospedale troppo tardi per fare i due cicli a distanza di 4 ore, e infatti è stato dato l'antibiotico a mio figlio. So che possono sembrare dettagli...però proprio questo vorrei evitare, che subito dopo la nascita anche mi figlia mi venga portata via per due ore per dargli l'antibiotico sapendo che magari potevo intervenire su di me prima... Anche perchè in famiglia siamo pieni di allergie e intolleranze, e un antibiotico dopo mezz'ora dalla nascita non è proprio così salutare. È possibile che non possa curarmi prima durante la gravidanza??? Se così fosse, piuttosto chiederei alla mia ginecologa di fare degli approfondimenti anche prima della 38°... in modo da muoversi per tempo. Oppure ha dei consigli generali da darmi da adottare per tentare perlomeno una prevenzione? Ad esempio, non sapendo se magari già ce l'ho, e quindi l'ho "passata" a mio marito, pensa dovremmo usare protezioni nei rapporti?Cosa ne pensa?Grazie dei mille dei consigli... cordiali saluti