Partorire in un'altra città - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, sono incinta di quasi nove mesi e insieme al mio marito abbiamo deciso che il bimbo nascerà, per questioni pratiche e personali, nella città dei miei genitori (praticamente invece di partorire a Napoli dove sono attualmente in cura, partorirò a Campobasso). Purtroppo non sono potuta stare in cura direttamente a Campobasso in quanto impossibile per me viaggiare molto, così ho deciso di finire le visite dal ginecologo di cura e poi andare a cb. Il 29 ho l’ultima visita con il ginecologo che deciderà se mi farà il cesareo o meno, mi domandavo in caso di cesareo per partorire a Campobasso come devo fare?

Gentile Signora,
l’unico modo per saperlo, è prendere contatti con la struttura di Campobasso dove ha deciso di partorire.
Dunque se ancora non l’avesse fatto, chiami la struttura dove partorirà e chieda lì tutte le informazioni.
Molte regole cambiano da ospedale a ospedale, quindi è necessario parlare proprio con la struttura che ha scelto.
Resto a disposizione, in bocca al lupo per tutto!

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ostetrica