Parto naturale dopo dissezione coronarica | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, sono alla 27 settimana di gravidanza. Mi permetto di scrivere questo quesito in quanto il 28 aprile 2013 ho avuto una dissezione di Iva al tratto medio, trattata con PTCA e Stent medicati, ho avuto un conseguente infarto miocardico esteso. I miei valori attuali di FE sono al 68,67%, i medici che mi seguono mi dicono che il mio cuore non ha problemi in quanto l’infarto è stato una conseguenza della dissezione ed il mio recupero è stato molto buono. Questa dissezione mi è venuta senza apparente presenza di fattori di rischio, nessuna familiarità, niente uso di fumo, alcool, o droghe, nessuna terapia ormonale, e peso nella norma, colesterolo a 180. Vorrei un parere sul momento del parto, cioè visto quanto mi è accaduto posso pensare di affrontare il parto naturale magari con epidurale o è preferibile optare per un cesareo? Vorrei capire se con il parto naturale le coronarie vengono troppo messe sotto sforzo? Ringrazio per l’attenzione che mi vorrete dedicare e attendo una Vostra cortese risposta. Cordiali saluti.

Carissima Erika, tutto l’apparato cardiocircolatorio è protagonista di numerosi cambiamenti durante la gravidanza, il parto e il puerperio. Alcune patologie cardiache possono essere un’indicazione al taglio cesareo, ma sono da valutare caso per caso. Le consiglio quindi di valutare con gli specialisti che la stanno seguendo l’opzione migliore per lei riguardo al suo parto, in modo da valutare rischi e benefici di tutte le possibili modalità (parto spontaneo, taglio cesareo, analgesia…). Mi dispiace di non averle potuto dare una risposta, rimango a disposizione,

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ostetrica