Anonimo

chiede:

Salve, avrei un dubbio riguardo la copertura anticoncezionale della pillola. Ho cominciato a prenderla sotto consiglio di ginecologa per il rischio di cisti ovariche dovute all’irregolarità del mio ciclo. Poiché non mi compariva il ciclo da poco meno di due mesi, mi è stato detto di prenderla subito, senza aspettare il primo giorno del ciclo, proprio perché il motivo per cui ho cominciato l’assunzione non era quello di adottare un metodo anticoncezionale. Ho avuto un rapporto sessuale non protetto praticamente alla fine del blister, ovvero, durante l’assunzione della ventesima pillola. Oggi è il primo giorno di sospensione dei sette previsti, e dovrebbero comparire, in questi giorni, le mestruazioni. Volevo però accertarmi che la copertura contraccettiva fosse efficace nonostante abbia cominciato il blister non il primo giorno del ciclo, ma nelle condizioni di cui sopra. Attendo risposta al più presto, grazie per la disponibilità

Gentile signora,
la pillola anticoncezionale ha una copertura contraccettiva pressoché immediata (fin dalle prime pillole assunte), se presa dal 1° giorno di mestruazione. Invece se si comincia il blister in un qualsiasi momento fuori dal ciclo mestruale, il periodo a rischio è solo la prima settimana (per questo in questi 7 giorni è consigliato l’uso di un contraccettivo a barriera come il preservativo), quindi visto il suo caso, direi che può stare tranquilla per il rapporto non protetto avuto il 20° giorno.
Non ho ben capito una cosa però: la diagnosi di cisti ovariche, le è stata fatta sulla base di un sospetto dettato dall’irregolarità del ciclo mestruale, oppure in seguito ad una ecografia transvaginale? Perché la cosa cambia parecchio (ovviamente serve l’ecografia per una diagnosi del genere).
Un caro saluto,

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ostetrica