Colonproctologo

Il colon-proctologo risponde alle domande sui problemi che potrebbero verificarsi nel corso della gravidanza.

Colonproctologo
Colonproctologo

Medico Risponde - Colonproctologo

Emorroidi e sanguinamento, come posso risolvere senza ricorrere all'intervento?

Egregio Professore, chiedo il suo aiuto in quanto da qualche giorno ho sanguinamento quando le feci sono dure. Detto problema si risolve immediatamente al termine dell'evacuazione. L'ho avuto per due giorni, poi per un giorno nulla, poi sono passati due giorni senza andare di corpo ed il giorno seguente feci dure e sanguinamento all'atto dell'evacuazione. Grazie mille

Medico Risponde - Colonproctologo

Spasmi dopo defecazione

Buongiorno,sono alla 19 settimana di gravidanza e mi si sono presentati dei disturbi già avuti in passato. Subito dopo la defecazione, inizio ad avere spasmi anali che si irradiano al perineo e al basso ventre, si acuiscono da seduta e si riducono per poi attenuarsi alla sera. Riesco a riposare senza problema e alla mattina mi sveglio in stato di benessere, finché non evacuo.Ho un alvo alterno, così come spesso mi capitava prima della gravidanza. Non ho perdite di sangue, se non riscontro di esigua macchia dopo episodio di stitichezza recente. A questi disturbi si è aggiunto bruciore alla minzione e dolori addomino pelvici intensi, confondibili con crampi uterini, tanto da farmi andare per accertamenti in PS della Mangiagalli per essere poi dimessa senza problemi con collo uterino chiuso e cervicometria a 39.Stamane ho provato con supposta di ultraproct consigliata dal ginecologo, introdotta subito dopo la defecazione e i sintomi sembrano ridotti. Prima della gravidanza ho fatto un'anoscopia che mostrava arrossamento della mucosa anale e all'esplorazione rettale dolore alla digitopressione in corrispondenza del coccige con spasmo evocato. Grazie.Cordiali saluti.

Medico Risponde - Colonproctologo

Stitichezza e mannitolo

Salve Dottore, sono la mamma di Andrea, un bimbo di 16 mesi. Andrea è sempre cresciuto regolarmente; attualmente pesa 10.2 kg ed è alto 78 cm. L'unico problema è il suo intestino pigro, da quando ho iniziato lo scorso anno (verso marzo) lo svezzamento. Fino a 6 mesi e mezzo ha preso solo il mio latte, successivamente, come ho introdotto cibi più solidi, ha iniziato a non fare più la cacca da solo! Le cose sono migliorate con l'estate, quando ha imparato a gattonare nella sabbia. Adesso da circa un mese non riesce più a farla nuovamente. Sono costretta a stimolarlo con sondini, microclismi o come sostiene la nostra pediatra, con lassativi, nonostante mangi qualsiasi cosa gli venga proposta (frutta e verdura di tutti i tipi, carne, pesce, legumi alternandoli) e prenda ancora il mio latte. Ho sentito parlare anche del mannitolo! Cosa ne pensa al riguardo? Cosa posso introdurre nella sua alimentazione che lo possa aiutare, evitando lassativi e puntando più su qualcosa di naturale? Grazie Cordiali Saluti

Medico Risponde - Colonproctologo

Stipsi cronica in bimba di quattro anni

Salve Dottore, mi chiamo Saverio e sono padre di una splendida bambina di 4 anni nata prematuramente alla 28° settimana di gestazione con il problema della stitichezza sin dalla nascita. Abbiamo provato, per 7-8 mesi continui Onligol per l'ammorbidimento delle feci e andava discretamente bene, ma appena proviamo "molto gradualmente" a toglierlo, si torna a capo. In verità sono anche un po’ contrario a tutta questa quantità di medicinale, non vorrei che l'intestino si abituasse. In quest'ultima settimana gliel’ho fatta fare tutti i giorni con il mini-clistere per vedere se la faceva ugualmente dura ed ho appurato che effettivamente liberandosi tutti i giorni o quasi, non ha problemi, solo che ha paura a farla e sono obbligato ad usare qualcosa (clisteri, onligol). Ieri sono stato di nuovo dal dottore che mi ha dato un altro farmaco (MOVICOL) da usare tutti i giorni per addirittura 2 anni. A me, la cosa spaventa, mi sembra un po’ troppo. Ho paura che abbia qualche controindicazione o che l'intestino si abitui. Lei cosa mi consiglia di fare? Cosa ne pensa a riguardo? P.S. con l'alimentazione faccio già tutto il possibile (prugne, kiwi, fibre, acqua, ecc).

Medico Risponde - Colonproctologo

Intervento per le ragadi anali: potrò partorire naturalmente?

Salve dottore, a fine mese devo partorire il mio secondo figlio. Il parto è previsto naturale. Il primo l'ho partorito 19 mesi fa, sempre con parto naturale. Solo che dopo due mesi mi sono uscite le ragadi anali e ho dovuto fare l'intervento chirurgico. Ora volevo sapere se adesso posso fare di nuovo un parto naturale. Grazie

Medico Risponde - Colonproctologo

Perdo sangue dall'ano e le feci sono molto scure…

Salve, sono alla 30esima settimana di gravidanza. Quando vado in bagno perdo sangue dall'ano e le feci sono molto scure, quasi nere. Cosa posso fare? Ci possono essere problemi con la bambina?

Medico Risponde - Colonproctologo

Colon irritabile

Salve, ho 34 anni e soffro di colon irritabile, nonostante il duspatal io soffro molto frequentemente di nausee, dolori addominali, cattiva digestione e cistiti. Mi può dare qualche consiglio? Grazie

risponde

Medico Risponde - Colonproctologo

Prolasso rettale e gravidanza

Buonasera dottore, sono una sua collega, da due mesi ho partorito e come conseguenza della gravidanza ho un lievissimo prolasso rettale dopo sforzo con senso di peso alla stazione eretta prolungata. Niente incontinenza né dolore alla defecazione. In gravidanza tuttavia non potevo stare in ortostasi dal dolore. La mia intenzione è di avere presto altri figli. In questi casi lievi come il mio la terapia è chirurgica? Nell'eventualità di un intervento chirurgico dovrei aspettare per avere altri figli? Sono tentata di averne presto un altro figlio e poi eventualmente operarmi... sbaglio? Grazie della preziosa risposta.

Medico Risponde - Colonproctologo

Bimbo di 7 mesi con ascesso perianale con fistola

Buongiorno dottore, gradirei avere un suo parere ed eventuali consigli su quanto sta accadendo al mio bimbo: a 4 mesi abbiamo notato la comparsa di un ascesso perianale ad ore 9 che è spurgato spontaneamente ed abbiamo fatto eseguire in ospedale (di Trapani) reparto di chirurgia pediatrica un lavaggio e medicazione della ferita. A Pasqua si è ripresentato l'ascesso con gonfiore e dolore per il bambino. Il materiale compariva dall'orifizio anale ed abbiamo avuto così conferma che era presente una (e spero solo una) fistola. Questa volta il chirurgo ha fatto una piccola incisione, spurgato, lavato e medicato. Purtroppo a distanza di neanche 2 settimane si è di nuovo ripresentato il problema. La mia domanda è questa: ci hanno detto che non c'è nulla da fare, che la prassi è di fare sempre queste piccoli incisioni (comunque dolorose per il bambino) accompagnate da cura antibiotica via orale. Se il problema persiste che bisogna eseguire un intervento invasivo di cui onestamente siamo restii al momento a far eseguire. Visto che il mio bimbo ha 7 mesi, esiste qualche altro metodo non invasivo alternativo all'intervento chirurgico o comunque un centro, una struttura specializzata a cui potremmo rivolgerci? La ringrazio anticipatamente.

Medico Risponde - Colonproctologo

Fistola pilonidale sacro coccigea

Buongiorno, ancora una domanda sulla questione di cui all'oggetto. La mia compagna è stata operata la prima volta all'età di 16 anni (ora ne ha 30), ed ha avuto 4 recidive e un totale di 6 interventi, comunque non risolutivi in quanto la cisti è ancora là, ed ora siamo alla 24 settimana di gravidanza. La cisti lei "la sente", ma ha davvero enormi difficoltà psicologiche a sottoporsi ed un eco transrettale, perchè le sue esperienze chirurgiche ed umane con i medici che la hanno più volte operata sono state davvero devastanti. Le mie domande sono le seguenti: Dopo tanti interventi e comunque la presenza della cisti, seppur non valutabile ecograficamente, suggerisce caldamente un parto cesareo? vi sono eventi che questa cisti può statisticamente scatenare durante la gravidanza, prima del parto? La situazione già mi preoccupa per l'emoglobina che è già a 10.4, con piastrine intorno a 120.000 (valore simile già prima della gravidanza, senza causa evidente, nonostante i numerosi accertamenti effettuati) e per la presenza di anticorpi anti-TPO. E la ginecologa che la segue non mi convince... Grazie per l'attenzione