Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, ho una domanda da porle, nel settembre del 2011 sono stata operata ad una fistola perianale complessa tramite tecnica vaaft inventata dal Dottor P. M. La fistola si trovava a circa 10 cm dalla rima anale. Tutt’oggi il buchino esterno non è chiuso. Ad oggi sono incinta di 26 settimane, la domanda che volevo farle è la seguente, secondo lei potrebbero esserci danni interni tipo lacerazione della ferita interna con lo sforzo del parto normale? Le premetto che ogni tanto durante un rapporto sessuale o durante l’evacuazione sento un lieve dolore e una sensazione come di ferita che tira all’altezza dell’ano. E anche quando vado dal ginecologo ogni tanto durante la visita sento lo stesso dolore e sensazione. Secondo lei ci potrebbero essere problemi con il parto naturale? Sarebbe meglio il cesareo?
Premetto che ho già una bimba di quasi 5 anni avuta con parto spontaneo. La ringrazio anticipatamente.

Gentile Signora, la fistola perianale in gravidanza può essere monitorizzata con una innocua ecografia transrettale eseguita da uno Specialista esperto. Una valutazione specifica può essere espressa solo dopo un esame clinico diretto.
Sul mio sito www.silvestrolucchese.com
potrà trovare utili notizie e consigli.
Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Colonproctologo