La prolattina alta è un brutto segnale?

Anonimo

Gentili dottori,
sono una ragazza di 32 anni sposata da poco più di un anno. Da qualche mese io e mio marito abbiamo iniziato a provare ad avere un bambino.
A Settembre è subito arrivato il primo ritardo mestruale (ho cicli regolari) e il primo test positivo. Ma purtroppo alla sesta settimana ho avuto un aborto spontaneo.
Il ginecologo mi ha prescritto dei controlli ormonali dopo avermi riscontrato due follicoli nell'ovaio destro. Gli esami li ho fatti al 5* giorno del ciclo. Questi sono i risultati: 17 Beta Estradiolo (E2) 67,27 pg/ml, FSH 6,60 mUI/ml, LH 5,14 mUl/ml, Prolattina 58,48 ng/ml, Albumina 4,3 g/dl, SHBG 148,3 nmol/l, Testosterone 0,154 ng/ml, Testosterone Libero 0,58%, Testosterone Biodisponibile 13,7%.
In base ai range di normalità riportati a lato, 4 risultano fuori range: la prolattina alta (range di normalità 4,8-23,3), SHBG alto (range di normalità 32,4- 128) Testosterone libero basso (range di normalità 0,701-2,19) Testosterone Biodisponibile basso (range di normalità 15,3 - 47,7).
Potete aiutarmi a capire qualcosa, ho letto che la prolattina alta è un brutto segno e sono molto preoccupata.
Nel ringraziarvi porgo i miei più cordiali saluti

Gentile Signora,
l’aumento dei valori di prolattina è moderato e penso che non si debba allarmare.
Può essere comunque utile trattare farmacologicamente l’iperprolattinemia.
Cordiali saluti