Proteinuria causa di preeclampsia?

Egregio dottore,
sono alla 28 settimana di una gravidanza che fin ora non mi ha destato
alcun problema, se non iniziali perdite ematiche rientrate con un periodo di
breve riposo. Ho appena ritirato i risultati dei controlli di routine e alcuni valori non mi sembrano nella norma. Infatti è risultata una proteinuria pari a 0.6 g/l e l'elettroforesi sieroproteica così distribuita: albumina 47.6%; alfa1 5.1%; alfa2 15.2; beta1 12.4; beta2 5.7; gamma 14.0 rapporto A/G 0.91%. Le preciso che i valori pressori normalmente sono 65-70/110-115; che la curva glicemica da 100 effettuata il mese scorso non ha evidenziato alcun problema, che l'esame completo delle urine non segnala nulla al di fuori della norma (il mese precedente erano presenti alcune proteine) e che attualmente ho preso in totale 9,5 kg (valuti che all'inizio della gravidanza ero molto magra: 48kg x 165 altezza). Relativamente all'emocromo: wbc 6.5; rbc 3.81; hgb 11.4 hct 33.4 mcv 87.7 mch 29.9 mchc 34.1 rwd 12.7 plt 255 mpv 7.9 pct 0.202 pdw 15.00. Secondo lei la proteinuria così elevata associata ai predetti livelli pressori mi predispone a forme di preeclampsia (le ricordo che prima della gravidanza la mia pressione non superava mai i 60-65/85-90)? Molte grazie,

Gentile Loredana,
la proteinuria c'è e va tenuta sotto attento controllo. Essa non è spia
soltanto di una possibile preeclampsia, ma può anche correlarsi con
patologie renali, che occorre escludere. Segua con scrupolo le indicazioni
del suo ginecologo e continui a contenere l'incremento ponderale e il sale
nella dieta. Cordiali saluti.