Giochi per bambini da fare all'aperto e in casa - GravidanzaOnLine

I migliori giochi per bambini da fare all’aperto o in casa

I giochi per i bambini sono un ottimo modo per crescere divertendosi. Ecco alcune attività da fare all'aperto oppure tra le mura di casa, divise per fasce d'età.

Che sia in estate, d’autunno, in primavera o in inverno, il gioco per i bambini rappresenta sempre un importante momento di crescita, oltre che di divertimento. Attraverso le attività iniziano a scoprire il mondo, sperimentano con i genitori e gli amici e, soprattutto, con la fantasia.

E quando piove? Niente paura: anche per il tempo trascorso in casa si possono fare attività che nulla hanno da invidiare ai grandi spazi aperti. Noi vi proponiamo alcuni giochi per bambini da fare all’aperto oppure in casa.

I giochi per bambini da fare all’aperto

Tra le molte idee per far giocare i bambini in sicurezza all’aperto, che sia un parco pubblico o il giardino di casa, ne abbiamo scelte alcune divise per fascia d’età (anche se molti giochi, con qualche “riadattamento”, sono adatti per tutti i bambini).

Giochi all’aperto per bambini fino a 3 anni

Per i bambini più piccoli i giochi sono soprattutto un’occasione per imparare a muoversi nello spazio e a coordinare i propri movimenti e la psicomotricità: ecco i migliori da fare all’aperto per bambini fino a tre anni.

  • Girotondo. Forse il re dei classici, aiuta i bambini più piccoli a prendere consapevolezza dello spazio circostante e a seguire il ritmo della filastrocca: “giro giro tondo, casca il mondo, casca la terra, tutti giù per terra!”
  • Bolle di sapone. Osservare le bolle volteggiare nel verde e provare ad acchiapparle è un modo coinvolgente e un po’ magico per stare all’aperto con dei bambini piccoli, che possono così osservarne i movimenti e “imparare” la gravità.

Giochi all’aperto per bambini fino a 5 anni

giocare-a-nascondino

Dai 3 ai 5 anni di età i bambini imparano giochi nuovi anche all’asilo, e si divertono a riproporli ai genitori e agli amici. È anche il momento giusto per iniziare a far scoprire ai bambini le diverse caratteristiche delle piante, dei fiori e degli animali, e a far loro apprezzare uno stile di vita “green”. Tra i giochi più belli da fare all’aperto con i bimbi da 3 a 5 anni ci sono:

  • Un, due, tre, stella. Questo gioco aiuta i bambini a sviluppare la spazialità e l’equilibrio. Uno dei giocatori si pone di fronte a un muro o un albero, mentre gli altri giocatori rimangono a diversi passi di distanza, posizionati lungo una linea retta (immaginaria). Il giocatore che dà le spalle agli altri urla “Un, due, tre, stella!” e poi si gira di scatto, mentre gli altri devono immediatamente immobilizzarsi: se uno di loro viene colto in flagrante perché non ha concluso il movimento deve tornare alla linea di partenza. Vince il giocatore che per primo supera il “capogioco”.
  • Caccia al tesoro. Un intramontabile: appassiona e diverte bambini di tutte le età e si può giocare sia nella versione “lunga”, con tanto di indizi su “pergamena” (o simili) che conducono al premio finale, oppure quella breve, adatta anche ai bimbi più piccoli. Basta nascondere alcuni oggetti qua e là e aiutare i bambini a trovarli indirizzandoli con le parole “acqua” (quando si trovano molto lontani dall’oggetto), “fuocherello” (o “fuochino”, quando si stanno avvicinando) e “fuoco!” quando sono ormai vicini.

Giochi all’aperto per bambini da 6 a 8 anni

È l’età dei giochi di squadra, i più gettonati e utili per sviluppare la socialità (ma siamo sicuri che fanno divertire anche i più grandi…).

  • Nascondino. Uno dei giochi che hanno forse più successo tra i bambini, e che regala sempre qualche “brivido”: si può giocare in solitaria oppure a squadre. L’unica regola è non farsi trovare e riuscire a fare “tana” prima del giocatore addetto alla conta, che ha il compito di ritrovare gli amici sparsi e correre alla tana gridando il loro nome.
  • Strega comanda color… In questo caso il capogioco indica ai giocatori un colore che loro devono prontamente individuare toccando l’oggetto corrispondente e mettendosi così in salvo prima che la strega li catturi toccandoli.
  • Regina reginella. I giocatori si dispongono lungo una linea retta e intonano “Oh regina reginella / quanti passi devo far / per arrivare al tuo castello / con la fede e con l’anello / con la punta del coltello?” La regina, che si trova ad alcuni passi di distanza, sceglie quanti passi ciascun giocatore deve fare, e imitando quale animale: può scegliere ad esempio di assegnare “tre passi da formica”, oppure “uno da elefante”, o ancora “due passi da gambero”, per cui il giocatore è costretto ad arretrare.

Giochi all’aperto per bambini da 8 a 10 anni

Crescendo i bambini sviluppano sempre di più il senso di appartenenza ad un gruppo, o una squadra, e i giochi sportivi sono un buon modo per sviluppare ulteriormente la socialità.

  • Ruba bandiera (o bandierina). Si gioca a squadre: tra due file di giocatori si dispone un “arbitro”, che ha il compito di dire a voce alta un numero reggendo con la mano una bandierina (o simili). Entrambi i giocatori corrispondenti al numero chiamato devono cercare di accaparrarsi la bandiera e tornare nella propria fila prima di essere toccati dall’avversario.
  • Palla prigioniera. Si gioca divisi in due squadre, il campo è diviso è metà e per vincere ciascuna squadra deve cercare di colpire con una palla uno degli avversari, che deve così passare alle spalle della squadra che lo ha imprigionato. Se la palla rimbalza a terra prima di toccare il bersaglio non succede nulla. Ciascun prigioniero può liberarsi se riesce a prendere a sua volta la palla (senza fare invasione di campo) e a colpire un avversario, e vince la squadra che riesce a fare più prigionieri.

Giochi per bambini da fare in casa

Anche tra le mura di casa si possono organizzare giochi divertenti e stimolanti per trascorrere il tempo. Tolta la possibilità di correre a perdifiato si possono fare giochi che sviluppano maggiormente la creatività e la manualità dei bambini.

Giochi in casa per bambini fino a 3 anni

Nei primi anni di vita i bambini sperimentano, scoprono, imparano a riconoscere oggetti, forme e colori. I giochi dedicati a questa fascia di età aiutano il processo di apprendimento:

  • Travasi. I giochi ispirati al metodo Montessori aiutano i bambini a prendere confidenza con le diverse forme e a riconoscerle. Si possono usare i giochi in commercio oppure contenitori (di cartone o di altri materiali, sempre sotto la supervisione di un adulto) e “ingredienti” presenti in casa, come farina, polenta, pasta e riso.
  • Colori. Tempere (per bambini) e fogli grandi sono tutto quello che occorre per aiutare il bambino a prendere dimestichezza con i colori e con le loro diverse combinazioni.

Giochi in casa per bambini fino a 5 anni

  • Caccia al tesoro. Per i bambini più grandicelli alcuni dei giochi che si possono fare all’aperto sono adatti anche alla versione “domestica”, anche se ridotta. Uno di questi è la caccia al tesoro, con cui sfidare i bambini a trovare gli oggetti nascosti per la casa.
  • Colorare libri. È l’età in cui i bambini imparano spazi e confini, una competenza che si può tradurre anche nella colorazione dei libri, seguendo fedelmente la realtà o lasciandosi trasportare dalla fantasia.
  • Pongo. Inventare forme strane o riprenderne di esistenti, mescolare colori e far correre la creatività: il pongo è un materiale duttile che consente di realizzare vere “opere d’arte”.

Giochi in casa per bambini da 6 a 8 anni

giochi per bambini

Per i bambini sotto i 10 anni si possono fare giochi in scatola, ovviamente, ma non solo:

  • Travestimenti. Si può far leva sulla fantasia per trasformare la stanza in un covo di pirati, o in un castello incantato, travestendosi da personaggi immaginari che vivono avventure straordinarie. Si possono ad esempio creare dei rifugi con delle lenzuola per nascondersi dai nemici!
  • Costruzioni. Si inizia già da molto piccoli, e crescendo i giochi si fanno più complessi. È un ottimo modo per sviluppare il senso dello spazio e per realizzare forme sempre nuove e originali, con combinazioni pressoché infinite.

Giochi in casa per bambini da 8 a 10 anni

Con i bambini più grandi si possono fare giochi che mettono in campo il “patrimonio culturale comune” della famiglia e degli amici, come ad esempio indovinare canzoni o film, ma non solo.

  • Gioco dei mimi. Ci si divide in squadre, e a turno i giocatori devono indovinare il personaggio, film o canzone che il giocatore della propria squadra sta cercando di imitare. Vince la squadra che indovina di più.
  • Puzzle. Chi li ama e chi decisamente no, i puzzle sono per qualcuno una sfida avvincente da portare a termine ad ogni costo, per qualcun altro invece una vera prova di resistenza. Senza parlare di quell’ultimo pezzo che immancabilmente non si trova…
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 4 voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Bambino (1-3 anni)
  • Il Tuo Bambino