Cameretta del neonato: cosa serve? 5 consigli - GravidanzaOnLine

Sicura e originale: 5 idee per la cameretta del neonato

Dal lettino alle decorazioni, tutto quello che c'è da sapere per preparare la cameretta del neonato all'insegna della sicurezza e della comodità, ma anche dello stile.

Quando in famiglia sta per arrivare un bambino la preparazione della casa è una delle priorità: cosa serve nei primi giorni di vita? Come si allestisce la cameretta del neonato? Vediamolo insieme.

La cameretta del neonato: cosa serve

Ogni casa ha spazi ed esigenze diverse: c’è chi dormirà in camera con i genitori, chi condividerà la stanza con fratelli o sorelle, chi starà un po’ qui e un po’ lì, a seconda dei momenti. Alcuni elementi di arredo però sono fondamentali per tutti.

1. La culla o il lettino

L’anima della cameretta del neonato è sicuramente il posto in cui il bimbo dorme: nei primi tempi è la culla, che poi lascerà il posto al lettino.

Il lettino andrebbe posizionato vicino a una finestra, così che il bambino possa godere della luce del sole durante il giorno. La finestra va poi oscurata all’occorrenza, per non infastidire il piccolo con una luce eccessiva. Un’accortezza è quella di non mettere il lettino troppo vicino a un calorifero o ad altre fonti di calore (o di aria fredda), e nemmeno tra la porta della camera e la finestra, per evitare che si trovi in mezzo a correnti d’aria.

Sul lettino può poi essere posta una giostrina o un arco carillon, con animali che si muovono a tempo di musica sulla sua testa, per distrarlo o accompagnarlo nel sonno.

2. Il fasciatoio

Una superficie di appoggio comoda e sicura nella cameretta del bambino è importante: esistono diverse tipologie di fasciatoi per la cura del neonato. Alcuni oltre a offrire un ripiano solido di appoggio hanno anche cassetti e scomparti in cui riporre tutto l’occorrente per il cambio del bambino: pannolini, salviettine, creme, borotalco e tutine.

3. L’armadio

Soprattutto nei primi mesi di vita i neonati vanno cambiati diverse volte al giorno: un piccolo armadio o una cassettiera aggiuntiva sono l’ideale per riporre il guardaroba del bambino. È utile tenere presente che quando il bambino è molto piccolo i vestitini “scappano” in fretta, e il corredino del neonato si aggiorna a gran velocità.

4. Il baby monitor

Uno strumento importante per la sicurezza del neonato è il baby monitor, una ricetrasmittente su misura per neonati che trasmette in diretta i suoni della cameretta: quando il bambino si sveglia e piange i genitori possono sentirlo anche se si trovano in un’altra stanza.

5. Una poltrona

Se lo spazio (e il budget a disposizione) lo permettono nella cameretta del neonato si può posizionare una poltrona o una sedia molto comoda che permetta alla mamma di allattare in tranquillità.

Lo stile della cameretta del neonato: 5 idee + 1

Accogliente, sicura e facile da rimettere in ordine: la cameretta di un bambino deve rispondere a una serie di requisiti pratici e di sicurezza: bisogna prestare particolare attenzione alla presenza di spigoli taglienti, gradini e librerie o mobili non correttamente fissati alle pareti. Ma anche l’occhio, si sa, vuole la sua parte. Ecco allora qualche ispirazione per arredare una cameretta di design seguendo 5 stili di tendenza (+1).

La cameretta nordica

la cameretta del neonato

Legno chiaro e non trattato, mobili e accessori bianchi, tessuti naturali, ambiente votato alla semplicità: è lo stile nordico, sempre più apprezzato per le sue linee pulite e essenziali. Le camerette per bambini in stile nordico sono caratterizzate da una grande luminosità e dall’attenzione per la natura che si trova nei materiali utilizzati. Sono spazi pensati per favorire il relax e la tranquillità.

La cameretta “vecchia marina”

Un grande classico: colori decisi, mappe geografiche appese alle pareti, bauli e cassapanche, decorazioni marinaresche. Le varianti di colore sono quelle del bianco, del blu e del legno scuro. Come complementi si trovano ancore e nodi marinari, conchiglie, cannocchiali e navi in bottiglia. Per aspiranti navigatori.

La cameretta Montessori

cameretta del neonato

Più che uno stile di arredamento è una filosofia educativa: prevede che il bambino sia messo nelle condizioni di fare da solo fin dalla più tenera età. Armadi, cassettiere, contenitori dei giocattoli e sedute sono dunque di uso sicuro e facile accesso, il più possibile ad altezza di bimbo.

La libreria è frontale, con mensole ed espositori che permettano al piccolo lettore di scegliere personalmente i libri guardando le copertine. Il lettino non ha i piedi, così che il bambino possa salire e scendere in autonomia. I colori sono semplici e rilassanti.

La cameretta shabby chic

Un vero tormentone degli ultimi anni. Di ispirazione retrò, lo stile shabby chic punta sul bianco e sui colori neutri. Via libera a righe e pois, ma anche il patchwork si presta molto bene per ricreare una vera atmosfera shabby, che si distingue per abbondanza di oggetti, come cuscini, cornici e cofanetti, ma anche mobili realizzati con materiali “di recupero”.

La cameretta in stile jungle

cameretta neonato stile jungle

Di grande tendenza quest’anno, si basa su stampe con foglie e motivi floreali, oppure su tessuti animalier. Lo stile può essere completato con mobili e complementi d’arredo di ispirazione esotica, peluche di animali selvaggi, decorazioni in legno e altri materiali naturali. La cameretta di design in stile jungle è ideale per piccoli esploratori che amano la natura.

E infine: la cameretta fai da te

Per stimolare la fantasia dei più piccoli e rendere la loro “tana” uno spazio allegro e piacevole ci si può davvero divertire a personalizzare pareti, soffitto, mensole e arredi con i materiali e gli stili più disparati. E chi ha voglia di mettersi alla prova, e magari di risparmiare un po’ sul budget, può cimentarsi col fai da te.

Uncinetto, decoupage, shabby chic, oppure le classiche fotografie: qualunque tecnica è utile per decorare la cameretta di un bambino, purché si utilizzino materiali e componenti adatti all’età del piccolo inquilino della stanza. La cosa fondamentale è non esagerare con l’accostamento di stili e colori, facendo in modo che l’ambiente si mantenga luminoso e rilassante.

Gli amanti delle foto possono scegliere cornici, pannelli e stampe su materiali originali come tela o legno, per creare dei quadri personalizzati. Chi invece è abile con ago e filo può realizzare bandiere e decorazioni da appendere alle pareti per rendere la stanza del neonato ancora più vivace.

Si possono realizzare quadretti o piccole installazioni artistiche anche con il calco delle impronte delle manine o dei piedi del bambino, da esporre su una mensola da cui osservare il tempo che passa. Anche le scritte alle pareti sono un modo originale per personalizzare la cameretta del neonato: possono essere adesive o incorniciate, a seconda dei gusti.

Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 5 voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Bambino (1-3 anni)
  • Neonato (0-1 anno)