Micropolicistosi ovarica - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, espongo il mio caso in maniera schematica:
-Età: 28
-Forma di policistosi: Micropolicistico
-Da quanto so di avere la Pco: da più di 10 anni
-Come mi è stata diagnosticata: ecografia transaddominale + transvaginale
-Ciclo mestruale: prima di prendere la pillola (circa per 10 anni)
irregolari ma non ricordo di preciso; dopo la pillola amenorrea per15
mesi
fino a trattamento con Progefik; il primo ciclo niente, il secondo
mestruazioni regolari, poi sempre più scarse
-Rapporto peso/altezza: Normopeso
-Acne: dopo la sospensione della pillola la situazione si è aggravata
nella zona del mento
-Irsutismo: leggermente baffi, mento, zigomi
-Capelli: folti, non grassi, a volte forfora
-Valori ormonali sballati:LH leggermente>FSH, non iperprolattinemia, non
iperandrogenismo, tiroide ok
-Varie ed eventuali: Da quando ho smesso di prendere la pillola (un anno
e
mezzo fa)sto cercando una gravidanza. I ginecologi vari che ho
consultato
mi dicono di aspettare perché sono giovane… Io vorrei solo sapere le
possibilità concrete a mia disposizione. Qual è il prossimo passo da
compiere? Mi restano solo gli induttori dell’ovulazione? Potrò mai
guarire? Ma in realtà sono proprio malata? E se resto in amenorrea tutta
la
vita (per assurdo) che problemi posso avere? Posso anche restare
così? Nessuno mi ha mai presa in carico seriamente…
Grazie per l’attenzione che mi vorrete concedere…

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora Elisa,
la micropolicistosi ovarica, che nel suo caso non sembra conclamata per
quanto concerne acne ed irsutismo né per alterazioni ormonali macroscopiche,
è da collegare ad una certa difficoltà ovulatoria ( peraltro presente in
passato visto che non mestruava regolarmente) con produzione, quindi, di
estrogeni ma non di progesterone ( vedi effetto “positivo” della
somministrazione di Progeffik). Restare costantemente in amenorrea di questo
tipo espone alcuni organi bersaglio ad una stimolazione non equilibrata, per
cui è consigliata l’induzione del flusso con progestinici ogni 3-4 mesi; se
il problema è il concepimento, è evidente che la soluzione va ricercata
nell’induzione di una buona ovulazione, che spontaneamente, anche se attende
fiduciosa, è molto poco probabile. Cordiali saluti ed auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo