Troppa Vitamina A?

Egregio Dott Annona,
sono alla 28ma settimana di gravidanza e ho cominciato ad assumere un complesso multivitaminico pre-natale fin dall'inizio della gestazione in quanto in Canada, nazione nella quale vivo attualmente, è comune prescrivere le vitamine durante la gestazione, diciamo che è quasi automatico!! Dal mese scorso assumo oltre alla normali vitamine anche dei nuovi integratori chiamati efanatal. Volevo sapere se lei conosce questo tipo di integratore e se ritiene possa essere dannoso assumere troppi elementi esterni. So che è dannoso per il feto avere un eccesso di vitamina A, però nella composizione di efanatal non è presente vitamina A ma solo vitamina E, proteine, carboidrati, grassi, di cui una parte sono DHA, una parte EPA e una parte OMEGA. La vitamina A quindi che io assumo tramite le altre vitamine è di 1500 UI. È troppa? Ho il terrore di sbagliare pensando invece di fare una cosa positiva per la bimba. Spero di essere stata chiara nel formulare la domanda e aspetto fiduciosa una sua risposta. Cordiali saluti 

Gentile Pia,
la prima e più antica regola dell'arte medica è "primum non nocere", con l'accento sulla "e". E ancora, un mio vecchio libro di farmacoterapia cominciava così: "Medico è colui che somministra delle sostanze che conosce poco ad un organismo che conosce ancora meno". E allora la diretta conseguenza è che non bisogna prescrivere nulla che non sia assolutamente necessario. Tra i supplementi che io ritengo necessari annovero solo l'acido folico. Inoltre, se le analisi rivelano un'anemia, occorre valutare la necessità di aggiungere del ferro e della vit. B12. Ammetto un uso moderato del ferro nella seconda metà della gravidanza a scopo di profilassi. Il resto occorre ottenerlo con una dieta varia ed equilibrata. Pensi che anche la fluoroprofilassi viene messa in discussione in quanto si ritiene che la dose veramente efficace sia molto vicina a quella tossica. Le preciso però che questa è una mia opinione, e quindi non me la sento neanche di distoglierla dai consigli del suo specialista. Ognuno di noi ha una sua esperienza e le sue convinzioni e probabilmente sono giuste anche quelle del suo medico. Cordiali saluti.