Sindrome da banda amniotica

Anonimo

Gent.le dottore,
a gennaio 2008 ho interrotto una gravidanza (trascorsa tra l'altro senza alcun fastidio) alla 18^ settimana poichè in ecografia si evidenziava mancanza dell'avambraccio dx.
Gli esami autoptici hanno confermato una sindrome da banda amniotica e cariotipo fetale normale. L'esame della placenta parla di Villite ad
eziologia sconosciuta (ipotesi infettivologica o immunologica) che potrebbe aver determinato la rottura dell'amnios.
Al 2^ mese di gravidanza ho avuto un episodio febbrile, vomito, tosse (con rialzo delle transaminasi). Vari esami infettivologici (CMV, TOXO, epatiti, herpes, ecc.) sono risultate tutte negative, tranne che per la mononucleosi (che potrei però aver avuto anche anni addietro).
Ho prenotato una visita immunologica per fugare anche questo dubbio. Cos'altro mi consiglia?
Grazie

Oltre alla visita immunologica effettui pure tamponi vaginali completi ed una valutazione internistica completa, solo per scrupolo.
A volte casi come il suo, rappresentano evenienze sporadiche e non si ripetono. È buona norma in ogni caso, come del resto le è stato saggiamente consigliato, di eseguire alcune indagini per cautela.
Un saluto