Endometriosi: è un pericolo grave per la fertilità?

Gent.mo dottore,
ho 30 anni. Lo scorso anno ho avuto un episodio di dolori fortissimi durante il ciclo, ed è venuto fuori che avevo una ciste ovarica, con sospetta endometriosi, di 3 x 4,1 cm. Il mio ginecologo mi ha dato la pillola per 6 mesi, la ciste si è ridotta, ma di molto poco. Ho fatto il CA125 ed è risultato fuori range (60), confermando l'ipotesi di endometriosi. Dato che vorrei una gravidanza, il ginecologo mi ha detto di provare a restare incinta, ma in questi 3 mesi il ciclo è stato molto irregolare (cosa che non era mai successa prima, ma credo che mi abbia creato qualche problema la pillola) ed era difficile capire il momento dell'ovulazione. Adesso sembra tornato tutto normale. Sono tornata dal ginecologo e mi ha trovato la ciste ingrossata (4,3 x 4,8). Mi ha detto che dovrò fare la laparoscopia. Io pensavo, però, dato anche che in questi prossimi 3 mesi ho molti impegni, di rimandare la cosa a maggio. In più, vorrei approfittare di questi 3 mesi per un tentativo di cu. Ho una sola preoccupazione: ci sono rischi che la ciste sia in realtà di origine cancerosa e quindi questi tre mesi potrebbero peggiorare la cosa? Il ginecologo non ha neanche accennato a questa possibilità, e di solito è attento a queste cose. Mi ha detto anche che posso aspettare. Posso stare tranquilla? Se dovrò fare la laparoscopia, sarebbe meglio mi rivolgessi a un centro specializzato per l'endometriosi? Ne esistono? Ma è un pericolo grave per la fertilità come molti dicono?

Gentile signora Federica, non più di due giorni fa ho risposto ad un quesito simile. Se lei avesse letto più attentamente, si sarebbe risparmiata questa domanda. Io non posso che confermare quanto già le ha prescritto il suo medico. Un'attesa di qualche mese non pregiudica nulla ed il rischio di
una cancerogenesi è minimo. Cordiali saluti.