Polipi all’utero

Salve, sono Sara, ho 35 anni e da circa 1 anno e mezzo cerco di avere un bambino ma senza risultati. Mio marito si è sottoposto a tutti gli esami del caso e non ha alcun problema io invece ho le ovaie micropolicistiche e per diversi anni ho sofferto di amenorrea. il mio ginecologo da quasi 4 mesi, con un cura farmacologica mi ha procurato diverse ovulazioni che sono state visibili con un monitoraggio ecografico nelle date stabilite.... sembrava andare tutto per il verso giusto ma niente ancora! allora il mio ginecologo mi ha prescritto un esame per le tube (supponendo che potessero essere otturate) ma il tecnico non ha potuto neanche effettuare l'esame perché mi ha riscontrato dei polipi all'utero, così circa 1 mese fa sono stata sottoposta ad un intervento di chirurgia per l'asportazione di questi polipi. Ora la mia domanda è questa:è possibile che erano questi polipi ad ostacolare una eventuale gravidanza? il mio ginecologo dice di no affermando che erano pochi. Adesso ho diversi dubbi: perché il mio ginecologo non mi ha visitata (così avrebbe potuto vedere anche lui questi polipi) prima di sottopormi a stimolazione ovarica? e adesso cosa devo fare? mi consiglia di cambiare ginecologo e avere un parere di un'altro? posso effettuare adesso l'esame delle tube? o devo aspettare e vedere se dopo l'intervento che ho subito posso rimanere incinta? La prego mi aiuti perché sono molto confusa. Grazie

Cara Sara, non mi specifica se i polipi erano sul collo uterino o nella cavità. Parlando di intervento chirurgico suppongo che fossero in cavità in quanto quelli sul collo in genere si asportano in regime ambulatoriale. I polipi in cavità possono impedire il concepimento, non è possibile diagnosticarli con una visita, ma con ecografia. I polipi del collo uterino in genere non interferiscono con il concepimento a meno che non abbiano tendenza ad ostruire l'orifizio uterino esterno .
Non posso consigliarle se cambiare ginecologo o meno sia per una questione di correttezza deontologica che, soprattutto, per non conoscere sufficientemente i fatti.
Personalmente ritengo che una persona che si appresta a concepire, e che si rivolge ad un medico, debba eseguire ecografia sovrapubica e transvaginale ad alta risoluzione, colposcopia e tamponi vaginali, oltre ad una serie di esami ematochimici.
Non conoscendo la sede e l'aspetto dei polipi nonché il risultato di una ecografia, non posso purtroppo consigliarle altro.
In ogni caso non è sbagliato effettuare una isterosalpingografia in caso di mancato concepimento.