Gli effetti del divorzio sui bambini: come aiutarli a seconda dell'età

Quando viene comunicato ai più piccoli della famiglia che mamma e papà hanno intenzione di separarsi, entrano in gioco molti sentimenti contrastanti, che vanno dalla tristezza alla rabbia, fino all’ansia. Ma ogni reazione è differente a seconda dell'età e quindi vanno attuate strategie diverse.

Nel mondo di ogni bambino il divorzio dei genitori rappresenta un cambiamento importante e, molto spesso, traumatico. Quando viene comunicato ai più piccoli della famiglia che mamma e papà hanno intenzione di separarsi, entrano in gioco molti sentimenti contrastanti, che vanno dalla tristezza alla rabbia, fino all’ansia.

Gli effetti psicologici della separazione conflittuale sui bambini (e come tutelarli)

La reazione a questa notizia è diversa a seconda dell’età di ciascun bambino e proprio per questo va presa in considerazione attuando strategie differenti quando si intende comunicare il divorzio, per aiutarli a capire la cosa e a comprendere il nuovo assetto familiare.

Effetti del divorzio dalla nascita ai 18 mesi

Durante la prima infanzia, i piccoli possono percepire le tensioni, senza chiaramente comprendere i motivi del conflitto. Per aiutarli vanno mantenute le loro abitudini, specialmente quelle del sonno e dei pasti, in modo che continuino a sentire stabilità e conforto dalla familiarità della routine quotidiana.

Effetti del divorzio dai 18 mesi ai 3 anni

Qui il legame principale è con i genitori, quindi qualsiasi grave interruzione nella sua vita familiare può essere difficile da accettare e comprendere. Mamma e papà dovranno fare in modo di continuare a collaborare per sviluppare routine normali e prevedibili che il loro bambino possa facilmente seguire. Importantissimo anche trascorrere del tempo di qualità insieme, magari leggendo libri e ascoltandosi a vicenda.

Effetti del divorzio dai 3 ai 6 anni

I bambini in età prescolare non capiscono il concetto di divorzio e non vogliono che i loro genitori si separino, non importa quanto sia teso l’ambiente domestico. Inoltre, questa è un’età in cui potrebbero credere di essere i responsabili della separazione. Mamme e papà dovrebbe qui fare in modo di tutto in modo aperto e positivo, aiutando i propri figli a comprendere gli stati d’animo, e ad esprimere i propri sentimenti Fondamentale è far sentire ai bambini che continueranno a vedere regolarmente il loro genitore non affidatario e che l’amore verso di loro non cambierà.

Effetti del divorzio dai 6 agli 11 anni

Se i bambini in età scolare potrebbero non comprendere il concetto di divorzio e sentirsi come se i loro genitori si stessero separando anche da loro. Potrebbero preoccuparsi di perdere il padre (o la madre) e fantasticare spesso che torneranno insieme. Non è inusuale che possano accusare i genitori di egoismo, esprimendo la loro rabbia in vari modi, sia comportamentali che psichici. Sia mamma che papà hanno qui il compito di ricostruire il senso di autostima e sicurezza del loro bambino, trascorrendo con lui del tempo di qualità, esortandolo ad aprirsi, parlando con lui, e rassicurandolo che nessuno dei genitori lo abbandonerà.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie