Gli effetti psicologici della separazione conflittuale sui bambini (e come tutelarli)

Una separazione conflittuale può essere dolorosa non solo per la coppia ma anche per i figli. Ecco come tutelare i bambino dalle conseguenze.

Oggi un numero sempre maggiore di bambini nel mondo fanno esperienza della separazione dei genitori e delle sue conseguenze. Ma quali sono gli effetti psicologici di una separazione conflittuale sui bambini?

Si tratta spesso della maggiore preoccupazione dei genitori; la separazione o il divorzio è sempre un evento carico di stress, ma ogni bambino reagisce diversamente e alcuni possono superarlo prima degli altri.

Separazione conflittuale: come la vive un bambino?

Nel nostro Paese le separazioni si collocano poco sotto le 100.000 all’anno. Si tratta di un momento spesso doloroso soprattutto se ci sono dei figli. Inoltre, se i coniugi non vanno d’accordo fra di loro, la separazione può risultare sempre più difficile fino a diventare apertamente conflittuale.

In una separazione conflittuale, il momento più difficile per i bambini è quello nell’anno o nei due anni successivi alla separazione. In questo periodo di tempo, i bambini sperimentano una situazione di stress, in cui emergono rabbia, ansia e sfiducia.

C’è anche da dire che molti bambini sembrano riprendersi bene. Si abituano velocemente ai cambiamenti della loro routine quotidiana; crescono in pace e a loro agio nelle nuove sistemazioni abitative. Tuttavia, altri bambini faticano molto a tornare alla normalità. Questa piccola percentuale di bambini potrebbe gradualmente sviluppare dei problemi (anche per tutta la vita) dopo la separazione o il divorzio dei genitori.

Una separazione conflittuale crea turbamento per tutti, ma in particolare per i bambini la situazione può scaturire grande preoccupazione, confusione e frustrazione. I bambini più piccoli spesso faticano a capire perché devono fare avanti e indietro tra due case. Potrebbero pensare che, se i loro genitori smettono di amarsi, allo stesso modo un giorno smetteranno di amare loro.

La mediazione familiare (un aiuto per genitori e figli) spiegata dall'avvocato

Separazione conflittuale: come tutelare i bambini?

I genitori giocano un ruolo importante e talvolta decisivo per aiutare i bambini ad affrontare al meglio la situazione. Ecco alcune strategie che aiutano i bambini a ridurre il peso psicologico della separazione dei genitori.

  • Costruire un clima pacifico.
    Un conflitto intenso tra i genitori aumenta nei bambini lo stress. Un’aperta ostilità, fatta di urla e minacce l’uno verso l’altro è stata collegata a problemi comportamentali nei bambini.
  • Evitare di coinvolgere i bambini.
    Coinvolgere i bambini chiedendo loro, per esempio, quale sia il genitore con cui preferiscono vivere è inappropriato. I bambini sperimenteranno solamente maggiore ansia e stress.
  • Mantenere una relazione sana.
    Una relazione genitore-figlio salutare aiuta i bambini a sviluppare l’autostima e il senso di autoefficacia. Una comunicazione positiva, fatta di calore e bassi livelli di conflitto potrebbe aiutare i bambini ad abituarsi al divorzio.
  • Far sentire i bambini sicuri.
    La paura dell’abbandono e le preoccupazioni per quello che deve accadere causano grande ansia nei bambini. Far sentire il bambino amato e al sicuro diminuisce il rischio di vivere la sensazione di abbandono e sviluppare problemi per la sua salute mentale.
  • Rivolgersi a un professionista.
    Ridurre il livello di stress dei genitori aiuterà automaticamente a diminuire anche quello dei bambini. Prendersi cura di sé e chiedere un aiuto esterno a un professionista favorisce la serenità dell’adulto e del bambino.
Coronavirus: cambiano i diritti dei genitori separati? La risposta dell'avvocata

Rischi e conseguenze

Ecco i principali rischi che incorrono i bambini che vivono la separazione conflittuale dei propri genitori.

  • Problemi di salute mentale.
    Il divorzio conflittuale dei genitori può aumentare il rischio di incorrere in problemi di salute mentale per bambini e adolescenti. Al di là dell’età, del genere e del contesto culturale, i bambini di genitori separati sperimentano maggiori problemi psicologici. Gli studi hanno inoltre evidenziato come la depressione e l’ansia sono maggiormente diffusi in figli di genitori separati.
  • Problemi comportamentali.
    I bambini che provengono da famiglie divorziate possono sperimentale, più degli altri, problemi come disturbi della condotta, delinquenza negli anni successivi, comportamento impulsivo.
  • Scarsi risultati scolastici.
    I bambini di genitori separati non sempre raggiungono buone performance a livello accademico. I bambini di famiglie separate sembrerebbero avere maggiori problemi a scuola soprattutto se il divorzio è stato inaspettato.
  • Comportamenti a rischio.
    I figli di genitori separati sono più suscettibili di sviluppare comportamenti a rischio, come l’uso di sostanze stupefacenti e una precoce attività sessuale. I bambini con genitori che hanno divorziato quando avevano 5 anni o meno correrebbero un rischio significativo di diventare sessualmente attivi prima dei 16 anni.

Articolo originale pubblicato il 6 maggio 2021

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Bambino (1-3 anni)