"Insegnate loro le parolacce": il consiglio Chauvon Landry per la sicurezza dei nostri figli

La giovane mamma sfrutta il suo profilo su Tik Tok per dare consigli su chi si trova nella sua stessa situazione nella gestione dei bambini: ecco un'idea utile per essere tranquilli all'aria aperta.

Avere un bambino per molte mamme, specialmente se sono alla prima esperienza, può essere fonte di ansia. Si teme infatti di non riuscire a stare dietro a tutto e che i piccoli possano farsi male in seguito anche a una semplice disattenzione. Chauvon Landry, oratrice motivazionale, ha deciso così di sfruttare i social per un motivo davvero nobile: aiutare a gestire i figli facendo in modo che possano agire in sicurezza, ma allo stesso tempo senza essere troppo oppressive.

I suoi consigli possono rivelarsi utili soprattutto in questo periodo dell’anno, visto che è in estate che si trascorre maggior tempo all’aria aperta. I rischi, però, anche per un genitore diligente, possono essere dietro l’angolo.

Primi passi in sicurezza? Ci sono gli zainetti paracolpi

La donna ne ha così approfittato per insegnare ai suoi figli come comportarsi nel caso in cui dovessero essere rapiti o se dovessero sentirsi in pericolo. In questo caso, i bimbi dovrebbero non solo urlare a squarciagola, ma anche pronunciare tutte le parolacce che vengono loro in mente in quel momento. Questo gesto, apparentemente semplice, non può che scatenare la curiosità di chi si trova nelle vicinanze, che potrebbe essere interessato a sapere di più di quello che sta accadendo.

Un suggerimento simile, che a molti potrebbe sembrare innocuo, ha invece ricevuto molti apprezzamenti da parte degli utenti che la seguono. Anzi, in tanti le hanno confermato di agire allo stesso modo già da tempo.

Alcuni follower hanno sfruttato l’occasione per condividere la loro esperienza e i “trucchi” che in genere insegnano ai loro bambini. Molti hanno sottolineato come diventi inevitabile prestare attenzione a un bambino che urla, anzi si finisce per restare al suo fianco fino a che non arriva la mamma “ufficiale”.

Articolo originale pubblicato il 5 luglio 2022

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...