"Quali esami deve fare mio marito per scongiurare la presenza dell'ureaplasma?"

Vale

chiede:

Buongiorno dottore. Ho avuto un aborto ritenuto a 8 settimane, ho aspettato l’emorragia naturale e nel frattempo ho avuto un problema di uveite oculare. Dopo vari accertamenti mi hanno diagnosticato ureaplasma uralyticum, curato e debellato con doxicilina. Il tampone del mio compagno è negativo all’ureaplasma ma io ho paura che nella ricerca di una nuova gravidanza si possa nascondere questo batterio nello sperma e mi crei altri problemi. Lui è asintomatico e, con tampone negativo, non ha fatto la profilassi antibiotica. Sarebbe meglio una spermiocultura? Io mi controllo ogni 3 mesi e per ora risulto negativa. Grazie.

Buongiorno signora, a scopo precauzione farei una spermiocoltura con la ricerca del batterio: un tampone uretrale negativo non esclude infatti la presenza del batterio nel liquido seminale.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Andrologo

Categorie