"Sarebbe meglio ricorrere alla PMA?"

Anonimo

chiede:

Buonasera, io ho 32 anni e mio marito 35. Sono cinque mesi che stiamo provando ad avere un figlio. Tre mesi fa ha fatto uno spermiogramma da cui è risultata una oligoastenospermia severa. Ne ha ripetuto un altro dopo un mese in un ospedale specializzato e il responso è stato lo stesso. In particolare, il referto dice: aspetto acquoso, viscosità diminuita, fluidificazione fisiologica, ph 7,5, numero di spermatozoi 4 milioni, motilità totale 15% (10% rettilinea, 5% discinetica), morfologia tipici 4%, atipici 96%, test di vitalità all’eosina 67% vitali.

Ci siamo rivolti all’andrologo che lo ha visitato e non ha riscontrato nulla. Gli ha fatto fare spermiocoltura e urinocoltura e sono risultate negative, l’ecodoppler scrotale è posto. Ha fatto i dosaggi ormonali (FSH, LH, TSH, albumina, SHBG, testosterone totale, emoglobina glicosilata) ed è risultato tutto nella norma. Ha la prolattina leggermente alta, a 27 (il valore fisiologico max sarebbe dovuto essere 19,4), però l’andrologo non gli ha dato importanza al momento, dicendo eventualmente di ripetere l’esame di questo valore dopo qualche mese.

Gli ha prescritto degli integratori e dopo 3/4 mesi da quando ha cominciato l’assunzione di ripetere lo spermiogramma. Ci ha consigliato di continuare a provarci in maniera naturale perché le probabilità di una gravidanza naturale non sono alte ma non è impossibile e poi una volta ottenuti i risultati del terzo spermiogramma rivalutare la situazione. Secondo lei quante sono le possibilità di ottenere una gravidanza in maniera naturale? E quando sarebbe opportuno rivolgerci ad un centro PMA? Grazie.

Buongiorno signora, onestamente nel contesto di un quadro di totale normalità e con l’età che avanza sarei propenso alla assistita. Unico elemento mancante forse è lo spermiogramma con test di frammentazione, che studia la frammentazione del DNA, spesso causa di insuccesso nei quadri come quello da lei descritto.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Andrologo