Tecnologia Laser per paradontite | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Dopo un anno circa dal parto mi è stata diagnosticata la paradontite, la mia dentista sta cercando di tenere il più possibile sotto controllo la situazione facendomi una terapia laser (nello specifico laser ad energia nd:YAG) in genere una volta ogni 20 giorni (la frequenza varia poi a seconda dalla situazione delle gengive). Ho appena scoperto di aspettare un altro bimbo, posso continuare a fare la terapia laser o ci sono controindicazioni? Grazie in anticipo per la vostra risposta.

Faccio i miei complimenti alla Sua dentista perchè è una professionista aggiornata che tiene a cuore la salute dei suoi pazienti.
La tecnologia Laser è infatti uno strumento all’avanguardia nel trattamento delle patologie odontoiatriche, ivi comprese quelle parodontali.
Il numero delle sedute varia naturalmente in relazione alla gravità della patologia.
Il laser, inoltre, altroché nella terapia eziologica, volta a controllare le cause che determinano la malattia parodontale, può essere associato alla terapia chirurgica parodontale per ottenere una miglior decontaminazione del sito operatorio.
Ancora, contrariamente a quanto avviene per altro tipo di sorgenti, il Laser NON HA effetti mutageni e quindi può tranquillamente essere utilizzato in gravidanza senza alcun tipo di timore.
Cordialmente.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Dentista