Anonimo

chiede:

Gentile dott. Capobianco, il mio primogenito di 24 mesi si è rotto l’incisivo superiore sinistro durante uno dei suoi giochi scatenati! Il mio dentista l’ha visitato e ha detto di aspettare una settimana e di controllare come si comporta il bimbo: se mangia bene, se lamenta dolore e se si tocca il dentino; il suo parere è che la ricostruzione sarebbe impossibile, anche a causa della iperattività del bambino. Io invece spingerei a favore della ricostruzione, perchè temo dei danni a livello fonatorio: il piccolo potrebbe pronunciare male le consonanti dentali! Quali sono i possibili disagi causati da un dente rotto? Grazie per la sua disponibilità,

Gentilissima Signora Marianna,
in effetti la ricostruzione di un dente su un bambino di 2 anni iperattivo la vedo difficile, pur se non impossibile. Il dente fratturato va tuttavia monitorato nei prossimi giorni e mesi per valutarne la vitalità. Può accadere infatti che l’evento lesivo abbia danneggiato il fascio vascolo-nervoso causando la necrosi (morte) della polpa dentaria; creando di fatto i presupposti per un’infezione odontogena. In quel caso è necessario intervenire (magari interpellando un/una pedodontista) con idonea terapia per scongiurare danni alla gemma del dente permanente e per evitare dolori e gonfiori al Suo bambino. Il problema fonetico lo ritengo meno importante poiché il bambino si abitua subito al nuovo stato correggendo in fretta eventuali squilibri fonetici.
Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Dentista