L’uso di cannabis può incidere sulla spermatogenesi? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Chiarissimo dott., Le scrivo per aver un parere professionale sullo spermiogramma di mio marito che a parer mio e del mio ginecologo è pessimo. I valori sono i seguenti dopo 5 /6 giorni di astinenza: Volume:4.6ml , ph 7.9; aspetto: grigio opalescente; viscosità: normale; concentrazione di spermatozoi 2.6 milioni/ml; numero totale di spermatozoi 12.22 milioni; motilità lineare veloce (1) 2 %; motilità lineare lenta (2) 22%; motilità agitatoria in situ 52%; elementi immobili (4) 24% totalità motilità efficace 24%; forme tipiche 2%; atipiche 98% atipie della testa 45%; atipie della coda 2%; amorfi 36 %; cellule epiteliali; rare leucociti 0.4 milioni/ml emazie assenti; elementi della linea spermatogenica diversi. Vorrei sapere se c’è secondo Lei possibilità di rimanere incinta naturalmente avendo questi valori? Quando può incidere sullo spermiogramma l’uso di cannabis nei giorni precedenti? Il mio ginecologo ha detto di provare con una IUI, avendo anche l’utero retroverso. Nell’attesa di una Sua risposta Le auguro una buona serata.

Gent.ma Signora, su un unico Spermiogramma non si fa mai una diagnosi, per cui suo marito deve eseguire almeno altri 2 Spermiogrammi, possibilmente nello stesso laboratorio, a distanza di 20 gg l’uno dall’altro. Detto questo, droghe ed altre sostanze d’abuso non solo prese in prossimità dell’esame, ma se assunte cronicamente da tempo, alterano pesantemente la spermatogenesi, per cui in un’ottica riproduttiva devono essere assolutamente sospese, sperando che non abbiano procurato danni irreversibili. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Andrologo