Anonimo

chiede:

Salve dottore, sono una gestante alla
38.ma settimana con minacce di parto pretermine. A causa di un indebolimento di difese immunitarie dalla
29.ma settimana ho riscontrato problemi alle gengive in loco incisivi con conseguente infiammazione del tratto gengivale anteriore e posteriore di queste. Ciò ha portato a un distacco della gengiva degli incisivi con conseguente stadio di proliferazione batterica e pus. Ho curato con gengigel e antibiotico con base penicillina e il problema è svanito per poi ricomparire un mesetto dopo. Le faccio presente che nonostante la mia cura orale sia adeguata e molto scrupolosa, onde evitare proliferazione batterica e tartaro, il problema gengivale nell’ultimo trimestre è comunque comparso. Ora a questo problema si è aggiunto la comparsa del dente del giudizio che mi da non pochi problemi, dal momento che la parte sinistra mascellare ha riscontrato un gonfiore ghiandolare e un dolore sordo all’orecchio. Il mio ginecologo mi ha prescritto nuovamente l’amplital, devo dire che un po’ il sintomo si sta affievolendo, ma comunque sto uno straccio perche mi causa della nausea e difficoltà nel deglutire e poco appetito. Ora sono due giorni di cura. Ha qualcosa da consigliarmi?

Gentile Signora,
il problema parodontale che mi descrive è senz’altro associabile alla Sua gravidanza ed in particolare all’assetto ormonale che accompagna il periodo di gestazione. Questo spiega perché pur osservando una scrupolosa igiene le Sue gengive appaiono edematose e purulente. Tuttavia lo “sconvolgimento” del tessuto gengivale associato all’assetto ormonale menzionato crea solo un terreno più fertile alla proliferazione microbica che deve essere controllata con una terapia specifica (antibiotico, colluttorio a base di clorexidina) e soprattutto con l’intervento del dentista che ad una visita accurata saprà proporLe la soluzione migliore atta ad evitarLe infiammazione, dolore e quant’altro possa indebolire il suo apparato stomatognatico.
Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Dentista