Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, il mio bimbo di 3 anni e 2 mesi ha subito un primo
trauma
all’incisivo destro all’età di 1 anno e mezzo dopo il quale il dentino
aveva cominciato a dondolare un po’ ma poi risultava essersi rinsaldato.
All’età di 2 anni e mezzo, a causa di una caduta, ha subito un ulteriore
trauma nella stessa sede e ciò ha determinato un brutto ascesso.
L’abbiamo
immediatamente portato da un dentista pediatrico che ha fatto una lastra,
ha somministrato una cura antibiotica e al successivo controllo, dopo
aver
rilevato che l’ascesso era rientrato, ha praticato un forellino nel dente
per farlo drenare. Il dentino è diventato comunque marroncino. Circa 6
mesi fa, all’ordinario controllo semestrale, avendogli riferito che il
bimbo aveva nei giorni precedenti accusato un po’ di dolore, ha ritenuto
di
allargargli ulteriormente il forellino che risultava occluso e ci ha
invitato a pulirglielo con fisiologica e acqua ossigenata con una siringa.
Mi chiedo se il tentativo che stiamo facendo di conservare tale dentino
sia opportuno o non sia meglio toglierlo radicalmente, come ritiene
invece
qualche altro esperto che rileva che il forellino non sarebbe comunque
idoneo a curare veramente la situazione e che in loco vi sarebbe comunque
sempre una infezione costante e latente, seppure non in forma di ascesso.
Preciso che il dentino non sembra creare dolore (il bambino ad esempio
morde tranquillamente anche con quel dente) e il bimbo è molto
collaborativo e attento non solo nel normale lavaggio dei denti ma anche
nel lavaggio del dente con la siringa che pratichiamo due volte al
giorno.
L’unica cosa è che il dente è diventato ormai molto marrone e la gengiva
corrispondente risulta un po’ più gonfia e talvolta, mi pare, di colore
leggermente più chiaro. Grazie per la cortese risposta che vorrà fornirmi.

Io opterei senz’altro per l’estrazione del dente deciduo.
Pur se latente l’infezione è infatti presente e dunque non ritengo
giustificabile la permanenza del dentino in alveolo.
Inoltre, anche se il bambino è bravissimo e collaborante, non mi pare giusto
sottoporlo continuamente ai ripetuti lavaggi di cui parla.
Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Dentista