Dentista in post-laparoscopia e pre-ricerca!

Anonimo

chiede:

Buongiorno! Sono Roberta, ho 28 anni e mi rivolgo a questo servizio per qualche dubbio che ho, e che -non appena possibile- provvederò a chiarire con i medici interessati. La mia situazione è questa: il 21/12/2012 sono stata sottoposta ad intervento in laparoscopia per asportazione di cisti endometriosica ad un ovaio (ho scoperto a fine novembre di avere questa malattia). Nei prossimi mesi vorrei cercare una gravidanza: ancora non ho avuto il ciclo post-intervento, sono ancora in convalescenza, per questo non siamo ancora “all’opera”. Sento un fastidio ad un paio di denti quando mangio già da qualche mese, ad oggi fastidio del tutto sopportabile, però non vorrei trascurare queste carie e vorrei mettermi a posto prima di iniziare a cercare la gravidanza, sia per evitare di dovermi curare poi, sia perchè ho letto che la situazione nel periodo gestazionale potrebbe peggiorare. I miei dubbi sono tre: – posso sottopormi a più anestesie locali (perchè le cure saranno fatte sicuramente in più sedute) a 4 settimane da un’anestesia totale per la laparoscopia?; – c’è il rischio di provocare infezioni al tratto genitale, non ancora perfettamente a posto dopo l’intervento (sento ancora dei doloretti), manipolando i denti? – supponiamo che già al prossimo ciclo iniziassi a cercare una gravidanza, i trattamenti che farei nelle prossime settimane (lastre a tutti i denti incluse) possono influire in qualche modo sul concepimento (es. qualità ovocitaria)? Un sentito ringraziamento per la Sua attenzione! Cordialmente,

Gentilissima Sig.ra Roberta,
a fronte di quanto da Lei scritto Le consiglio senz’altro di ristabilire quanto prima una buona salute orale attraverso le cure di cui necessita.
Sarebbe opportuno arrivare alla gravidanza senza il cruccio di doversi sottoporre ad esami diagnostici (RX), terapie conservative e quant’altro.
In fin dei conti se si tratta di qualche carie i tempi di cura sarebbero piuttosto brevi e dunque non porterebbero a ritardi significativi.
Del resto avendo subito un intervento ginecologico, pur se in laparoscopia, non credo che debba affrettare più di tanto la ricerca di un’eventuale gravidanza.
Due o tre mesi Le darebbero il tempo di ristabilire una totale “restitutio ad integrum” mettendola nella miglior condizione procreativa.
Per quel che riguarda le eventuali anestesie locali ad uso odontoiatrico La tranquillizzo assolutamente poichè non creano alcun problema di sommazione a quella subita in corso d’intervento laparoscopico.
Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Dentista