Cisti di 7 mm in corrispondenza dell'epididimo sn | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentilissimo Professor Natali, sono un ragazzo di 25 anni. Qualche anno
fa
mi capitava a volte, anche durante la notte di avvertire fastidiosi
dolori
al testicolo sn che duravano anche per qualche ora. In seguito mi sono
rivolto al mio medico che mi ha consigliato di effettuare un’ecografia.
L’esame ecografico non ha rivelato segni di varicocele o idrocele ma un
cisti di 7 mm in corrispondenza dell’epididimo sn. L’ho tenuta sotto
controllo con un’ecografia annuale nei due anni successivi in cui
sostanzialmente si è mantenuta invariata da 7 a 8 mm per poi tornare a 7.
Successivamente anche sotto parere del radiologo che aveva effettuato
l’ecografia non ho più fatto i controlli ecografici, e sono ormai 4-5
anni
durante i quali i dolori che prima avvertivo sono fortemente diminuiti sia
come frequenza che come intensità. Anche se ho notato che spesso i
dolori
comparivano se portavo oggetti come cellulare o chiavi nella tasca sn
dei
pantaloni. Volevo sapere se ci può essere corrispondenza tra la cisti e
i
dolori al testicolo (il radiologo sosteneva che spesso sono
asintomatiche),
se è opportuno mantenerla sotto controllo con esami periodici e se ci
possono essere rischi evolutivi connessi con la cisti. Ringraziandola di
cuore per la sua attenzione, le porgo i miei più cordiali saluti

Non c’è nessuna relazione tra la cisti ed i fastidi al testicolo, e non c’è
nessun rischio di evoluzione tumorale di tale cisti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Andrologo