Astenozoospermia e teratozoospermia - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, mio marito di 36 anni ed io di 32, stiamo cercando di
avere un figlio ma senza alcun risultato da circa 10 mesi; premetto che
io mi sono sottoposta a visita ginecologica e pap-test ed è nella norma,
mentre lui ha da poco effettuato spermiogramma, eccole i risultati:
periodo astinenza:4; volume: 3; agglutinati: assente;
fluidificazione:completa; PH: 8; colore: grigio chiaro; viscosità: aumentata;
lunghezza filamento>10; numero spermatozoi/ml: 42;
numero spermatozoi totali: 126; motilità a 60 minuti: 32; a) progressiva
rapida: 9; b) progressiva lenta:10; c)non progressiva:13; cellule
rotonde:0,9 milioni/ml; morfologia forme normali:24; forme patologiche:
76. Esame colturale:negativo. Diagnosi: astenozoospermia,
teratozoospermia. Ha fatta visita urologica ma solo al tatto senza
ecodoppler vuole operarlo di varicocele di 3 grado. Ma il mio ginecologo
ci ha sconsigliato perché dice sia assurdo una diagnosi solo al tatto, e
la mancanza di correlazione tra un possibile varicocele e
l’astenozoospermia. Facendo vedere lo spermiogramma all’urologo del suo
studio pare essere un’infiammazione ma seguirà visita ed ecodoppler. Lei cosa ne pensa? Le paiono esami da varicocele di 3 grado da operare? È possibile che rimanga incinta in modo naturale?che genere di cura
potrebbe fare e dopo quanto potremmo sperare in un concepimento. Spera possa rispondere il più breve tempo possibile. Grazie distinti saluti

Gentile Alberta, penso che sia corretto eseguire un ecocolordoppler per valutare la reale
gravità del varicocele. In linea di massima i varicoceli di 3° grado devono
essere operati. Ma le eventuali migliorie sul liquido seminale si vedono
solo nell’arco di 12 mesi dalla sua rimozione. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Andrologo