Anonimo

chiede:

Buongiorno,
io e mio marito stiamo cercando di avere un bambino da qualche mese – la prossima settimana (quella fertile) ci riproveremo. Proprio in quella settimana dovrò sottopormi all’estrazione di un dente del giudizio e dovrò prendere degli antibiotici e antidolorifici. Volevo sapere se possono esserci problemi per il feto nel caso la fecondazione andasse a buon fine
grazie per la sua risposta

La classe di antibiotici più sicura dal punto di vista rischio-beneficio è sicuramente rappresentata dalle penicilline (a meno che, ovviamente, non sia presente un’allergia alle stesse!). Fortunatamente è anche la classe di antibiotici più usata in chirurgia odontostomatologica perchè molto efficace.
In alternativa (in caso di allergia alla penicilline) può essere usata l’eritrocina.
Dal punto di vista degli antiinfiammatori i più utilizzati sono senz’altro i FANS (antiinfiammatori NON steroidei)come la nimesulide(Aulin, Mesulid ecc.), l’ibuprofene (es.Brufen), il ketoprofene (Oki), il naprossene (Naprosyn) ecc. Si tratta di farmaci ampiamente utilizzati, ma non vi sono dati di sicurezza sull’utilizzo nelle prime settimane di gravidanza anche se, considerando il largo e consolidato utilizzo della nimesulide come analgesico e antinfiammatorio, l’assenza di segnalazioni di effetti di tipo teratogeno può essere interpretata come dato tranquillizzante.
Tuttavia il mio consiglio è quello di utilizzare i farmaci antinfiammatori solo se strettamente necessario e sotto controllo medico. Meglio, forse, sarebbe utilizzare il Paracetamolo (es. Tachipirina)che non presenta controindicazioni particolari nelle prime fasi della gravidanza.
Spero di esserLe stato d’aiuto e Le faccio un grosso “In bocca al lupo” per il suo concepimento.
Cordialmente

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Dentista