Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho 31 anni e sono alla seconda gravidanza (ottava settimana). Calcolando la data presunta del concepimento mi sono resa conto che in quei giorni (3/4 giorni dopo), sono stata dal dentista che mi ha effettuato due anestesie locali ed una lastrina. Ora sono terrorizzata e continuo a pensarci, cosa mi consigliate? Vi ringrazio e distintamente saluto.

Gentile signora, come ho avuto gia modo di dire altre volte, rispondendo a domande come la Sua, una lastrina endorale o un’anestesia locale non sono di per sè sufficienti a creare problemi ad un feto in accrescimento. La dose radiante di una lastrina endorale è assolutamente insignificante e non è in grado di raggiungere l’interno dell’utero con sufficiente intensità da creare danni. Inoltre immagino che il Suo dentista abbia comunque provveduto a proteggerLa con un grembiule piombato il che riduce a zero qualsiasi rischio intrinseco. Vorrei tranquillizzarLa anche per quel che riguarda l’anestesia locale dal momento che perlopiù rimane localizzata nella zona dell’intervento ed anche in questo caso il quantitativo è talmente basso che non ci sono assolutamente rischi di alcun genere. Pertanto stia tranquilla e si goda la Sua gravidanza con gioia ed ottimismo. Cordialmente

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Dentista