Ovulazione Dolorosa

L’ovulazione dolorosa è un inconveniente comune a molte donne in età fertile.Normalmente il rilascio dell’ovulo avviene al quattordicesimo giorno di ciclo mestruale. In questa fase ha luogo la secrezione di un maggior quantitativo di muco cervicale e si avverte un accrescimento del desiderio sessuale, tuttavia circa il 20% della popolazione femminile avverte dei sintomi dolorosi durante l’ovulazione.In molto casi questo fastidio si risolve in poco tempo e si manifesta come delle fitte al fianco destro o sinistra -a seconda di quale ovaio abbia maturato la cellula uovo- ma in alcuni casi il dolore può risultare particolarmente intenso ed essere associato a piccole perdite di sangue.

Ovulazione Dolorosa

Falda fluida nel Douglas

Salve dottore,ho 20 anni e premetto che io e il mio fidanzato non stiamo cercando un bambino per il momento. Usiamo sempre il preservativo, io non prendo nessun contraccettivo.Durante l'ovulazione ho sempre avuto molti dolori e tutti i dottori da cui sono andata mi hanno confermato che ho un'ovulazione molto forte e dolorosa, ma che fortunatamente sono anche molto fertile.Da circa 1 settimana ho iniziato ad avere delle fitte fortissime che però non hanno nulla a che fare con i dolori tipici dell'ovulazione, delle fitte così forti che a volte faticavo a muovermi. Da circa 4 giorni sono anche subentrate delle perdite prima rosse e poi più scure, fino a ieri sera che poi erano come quelle da fine ciclo.Con il mio ragazzo ieri siamo andati al Pronto Soccorso, dove con un'ecografia interna ha rilevato che ho una falda fluida di 16 mm o nella cavità del douglas e l'endometrio ispessito di 13 mm. Mi ha detto che può essere dovuto alla forte ovulazione ma che le perdite e i dolori potrebbero essere causa di una gravidanza extrauterina. Ho detto che abbiamo sempre usato il preservativo, ma ha detto che non è sicuro quanto un contraccettivo ormonale preso da me stessa.Quindi adesso sono molto preoccupata, non ho mai avuto questo tipo di versamento nè tantomeno questo tipo di dolori e perdite fuori dal ciclo. Ho letto anche che potrebbe essere endometriosi e sono molto preoccupata, lei cosa ne dice?Aspetto sue risposte, grazie mille.

Ciclo assente da più di un mese ma ovulazione dolorosa avvenuta

Buonasera, scrivo in merito alla strana situazione in cui mi trovo,mi spiego meglio... Il 7 di maggio ho avuto l'ultimo ciclo (il mio ciclo non è regolare e spesso tra un ciclo e l'altro trascorre un tempo in media di 35/40 gg) il 24 di giugno ho avuto dolori molto forti da ovulazione,confermati poi da 2 test per l'ovulazione risultati appunto positivi, i dolori sono scomparsi il 2 gg. Premetto che siamo alla ricerca del terzo figlio perciò abbiamo avuto rapporti sia prima,durante e dopo l'ovulazione. Il 1 di Luglio ho effettuato un test di gravidanza in stick (ovviamente negativo visto il poco tempo trascorso),in quanto ho avuto un dolore quasi insopportabile,con gonfiore in tutto il seno destro che è durato per 2 gg,ad oggi sento un leggero indolenzimento in entrambi i sensi nella parte laterale. La domanda che vorrei porle è se è possibile aver avuto una ovulazione così distante dal ciclo? Ed inoltre se ho buone possibilità comunque di rimanere incinta? Chiedo scusa anticipatamente per essermi dilungata così tanto ma avevo necessità di darle tutti i dettagli per poterle dare una maggiore di possibilità di valutazione. La ringrazio sin da ora e nell'attesa di una sua risposta le porgo cordiali saluti.

Ovulazione dolorosa e lunga

Salve. Ho 29 anni e da sempre ho unciclo puntuale e breve, a differenzadell'ovulazione: dolorosa finoall'arrivo del ciclo, quasi. Ho forti crampi all'inizio e dolori alle singole ovaie nei successivi giorni. Ho già escluso un colon irritabile, dopo un approfondita indagine. Problema ginecologico mi è stato detto.Utero retroflesso e ovaia destra di dimensioni superiori alla sinistra.Ho avuto l'ultima mestruazione il 17 agosto, subito dopo la fine hoiniziato la ricerca per una gravidanza. Dalla successiva ovulazione, dolorosa come sempre, si è aggiunto un esagerato gonfiore con continue "colichette" ai fianchi. Vorrei sapere se può essere l'inizio di una gravidanza ad aggiungere questo disturbo, e se comunque, ci possano essere conseguenze per il concepimento di un figlio. Grazie

Spotting pre-mestruale

Buongiorno e grazie per l'attenzioneche vorrete darmi. Ho 32 anni, percirca 10 anni ho assunto lapillola con solo dei brevi periodi (2-3mesi) ogni tanto disospensione. Da un anno ho smesso di prenderla, ho avuto circa 3 mesi di amenorrea poi il ciclo si è regolarizzato, anche se ogni tanto mi capitava di avere dei fenomeni di spotting sopratutto in fasepre-mestruale. Sono due mesi invece che oltre ad avere lo spottingpre-mestruale ho circa 3-4 giorni dopo l'ovulazione, che tra l'altro diciamo "si fa sentire" senza poter essere definita però dolorosa, perdite ematiche.Ovviamente ho contattato la mia ginecologa che mi ha tranquillizzato dicendo comunque di fissare un appuntamento al suo ritorno dalle ferie (settembre, come ogni anno) senza particolari allarmismi. Io devo essere sincera, sono invece molto preoccupata, leggendo le vostre precedenti risposte ho letto di fibromi, ovaie policistiche, endometriosi, problemi ormonali tali da dover ricorrere a procreazione assistita e altre cose non certo tranquillizzanti, anche in termini di esami collaterali da eseguire, così come ho anche letto che può essere un fenomeno fisiologico legato proprio all'ovulazione, ovviamente sono molto preoccupata che qualunque cosa sia possa dar problemi ad una eventuale gravidanza. In attesa della visita specialistica, vi sarei infinitamente grata se poteste darmi la vostra opinione (anche se conscia da sola che solo la visita mi potrà dare certezze). Grazie,

Non produco ovuli di buona qualità!!

Sono una donna di 31 anni, sono sposata da quasi cinque anni, e con mio marito di 34 stiamo provando ad avere un figlio da circa 4 anni. Ho già intrapreso l'iter dei controlli e degli esami. Ho già eseguito 2 monitoraggi di base, 2 induzioni dell'ovulazione con clomifene, 2 con follitropina ed una inseminazione intrauterina non andate a buon fine. Ciò che è emerso finora è che al terzo giorno di ciclo LH è sempre di poco superiore dell'FSH (8,.. con 7,..; oppure 9,.. con7,..). Quindi non produco degli ovuli di buona qualità!! Non ho però eseguito una Isterosalpingografia per verificare le tube, mi viene sconsigliata perchè particolarmente dolorosa ed eseguita senza anestesia. Se non dovesse andare in porto il secondo tentativo di intrauterina mi viene suggerito di passare alla fecondazione in vitro.Può dipendere tutto da quegli ormoni un po’ irregolari e non si può intervenire con qualche cura di altro tipo? Può veramente essere lo stress o altro a determinare questi squilibri ormonali? Cosa ne pensa dell'iter seguito? Grazie anticipate.

Cosa dovrei fare per poter avere un figlio?

Buongiorno, ho 35 anni compiuti a marzo. Da aprile cerchiamo di avere un figlio, il primo mese mi è successo la stessa cosa come in questo, cioè: visto che la mia ovulazione al solito è molto dolorosa, potrei definirmi fortunata ad accorgermene e provare a concepire in tempo. Il 9 di settembre mi è venuto il ciclo, il 22, verso le 19 - 21 ho sentito i miei dolori della ovulazione, questa volta molto forti. Appena finito al lavoro, tornata a casa verso l’1 abbiamo provato il concepimento. Già dopo 2 giorni ho cominciato sentire la tensione e piccoli dolori in pancia e lo stomaco sotto sopra anche di notte mentre dormivo. Il seno ha cominciato a farmi male circa 1 settimana dopo. Ma senza i cambiamenti. La pancia la sentivo sempre + gonfia e mi dava difficoltà anche quando mi dovevo abbassare o piegare. Sentivo sempre come se fosse gonfia o qualcosa in +, quindi credevo che fosse andata. Fino a ieri sera, quando durante il lavoro all’improvviso ho perso questa sensazione e mi sono detta, è finita anche questa volta. Sta notte e sta mattina non ho sentito + disturbi allo stomaco neanche alla pancia, si è anche tolta la sensazione di gonfiore e il seno ha smesso di farmi male. Il ciclo non mi è ancora venuto ma ormai non ci credo +... Ho avuto in passato 2 aborti il primo nel 2000 dalla mia volontà e altro nel 2005 aborto ritenuto, dopo qui ho dovuto subire il raschiamento effettuato senza l'anestesia x motivi di un preeccitazione ventricolare. Questo intervento mi ha portato problemi con il ciclo x circa 1 anno. Cosa dovrei fare per poter avere un figlio che ci tengo? A chi dovrei rivolgermi e dove? Abito in provincia di Napoli da 10 anni ma sono straniera comunitaria con tutte le carte in regola. Grazie x il vostro aiuto e buon lavoro

Tutti i mesi resto incinta e poi ho un aborto precocissimo?!

Ho 34 anni ed ho avuto un aborto spontaneo alla 6° settimana digravidanzain data 16/05/2004, da allora, nonostante continuiamo a provare ad avereunbambino, i risultati ad oggi sono ancora negativi. Da allora continuo adaveredolori fortissimi durante il ciclo mestruale e dei sintomi particolari.Subitodopo l'ovulazione inizio ad avere forti mal di testa, sensazione dolorosadi bruciore al basso ventre e nausea; al 28 giorno in cui dovrei averelemestruazioni inizio ad avere delle perdite di sangue con forti mal di testae bruciore al basso ventre, successivamente dopo circa 3/4 giorni ho dolorifortissimi (da stare a letto) e il perdite di sangue abbondanti di uncolorerosso vivo.Io mi chiedo, è possibile che tutti i mesi riesco a rimanere incinta, madurante il periodo delle mestruazioni a causa di una disfunzione ormonalel'ovocita non si annida e quindi avviene un aborto spontaneo?Cosa posso fare per risolvere questo mio problema e soprattutto questo dolorefisico??? Grazie per il chiarimento

Ovulazione molto dolorosa!

Salve dottore, volevo sapere se può essere normale avvertireun'ovulazione molto dolorosa (dolore fisso per qualche ora a dx o sn alivello delle ovaie verso metà ciclo).A volte devo assumere una cp di Tachipirina per farlo passare.Mi è capitato di fare un'ecografia addominale nel giorno dell'ovulazioneerisultava una piccola raccolta di liquido nel Douglas per il resto tuttonella norma, è normale averlo?Infine volevo domandarle se il "famoso" muco filante dell'ovulazione devesempre essere visibile il giorno stesso o è una cosa soggettiva che variada donna a donna?La ringrazio in anticipo

Dolori al Ventre dopo un Rapporto Sessuale

Gentile dottore, ho 25 anni e le premetto che non sono in gravidanza.L'altro ieri sera, subito dopo un rapporto sessuale, ho avvertito dei forti dolori al basso ventre, forse all'utero. Sono andata in pronto soccorso e dopo un'ecografia interna, mi è stato detto che non c'era nulla di anomalo, ma probabilmente era un'ovulazione dolorosa (ultime mestruazione 24 gennaio). Per il dolore mi è stata somministrata una piccola flebo di voltaren e una puntura. Il forte dolore è calmato, ma ancora avverto una pesantezza e ogni tanto delle fitte. Cosa sarà? È attendibile secondo lei la diagnosi di ovulazione dolorosa?In passato ho già avuto episodi simili che sono andati via con un antidolorifico e dopo qualche giorno, ma mai così forti!Durante una visita ginecologica mi hanno anche detto che ho l'utero un po’ retroverso, per questo ho dolori durante i rapporti... ma il ginecologo del pronto soccorso ha smentito! Non so cosa pensare... poi c'è da aggiungere che sto cercando di curare la candida da circa 5 mesi senza risultati soddisfacenti. Questa può essere una causa del mio dolore?Spero in una sua risposta...

Amenorrea ipofisiaria

Gentili dottori, credo di essere un caso di amenorrea ipofisiaria (ho 30 anni, come mio marito). I sintomi ci sono tutti, e soprattutto gli aspetti stressanti patognomonici (difficoltà lavorative, lutti). In realtà ho sempre avuto un ciclo molto irregolare (durata di 18-22 gg, con mestruazioni per 5), con ciclici episodi di amenorrea risolti sempre con Dufaston (appena dopo due giorni tornavano da sole). Inoltre seguo una buona terapia psicologica da anni.Mio marito ed io vorremmo avere un figlio, ma non ci riusciamo (ci proviamo da 5 mesi. La temperatura basale non ha oscillazioni importanti (niente picchi dell'LH= niente ovulazione... anche se le secrezioni vaginali ci sono). L'ultimo ciclo l'ho avuto il 21 dicembre e il ritardo mi aveva fatto pensare ad una gravidanza. 2 test fatti a 10 giorni di distanza mi hanno dolorosamente smentita. Ora sono alla 7 pasticca di Dufaston, ma le mestruazioni non tornano. Devo ritirare i dosaggi ormonali fatti prima dell'inizio della terapia. Siamo sulla strada giusta? Avete ulteriori consigli?