27/08/2014
Registrati alle settimane di gravidanza

Il Medico Risponde

L'Infettivologo risponde


Ab Antiherpes Virus 1-2 IgG e IgM

(04/08/2014 - 14:00)

Buongiorno, sono alla 17esima sett. di gravidanza, oggi ho ritirato delle analisi del sangue tra le quali anche l'ab antiherpes virus e entrambi sono risultati positivi. IgG 13,70 e IgM 1,25. Da piccola ho avuto l'herpes zoster e ancora oggi soffro di herpes sulle dita della mano sulla schiena e ogni tanto un piccolo sfogo nelle parti intime. Ma non ci faccio più caso. Ora, a fine giugno ho avuto una piccola eruzione cutanea che mi sembrava un herpes ma che poi è andata via da sola e a luglio ho fatto le analisi per l'ab antiherpes virus. Potrebbe essere IgM positivo per l'herpes di giugno? è pericoloso per il feto? Cosa devo fare? Il mio ginecologo mi ha detto di richiedere all'infettivologo tramite il prelievo del sangue di ricercare nel DNA di che tipo di herpes si tratta se labiale o genitale? Mi fa capire qualcosa in più, per favore? La mia paura è per il feto e basta. Grazie mille

Lettera non firmata

Gentile signora,
se ha avuto in passato l'herpes (sia simplex che zoster) ha già acquisito, con l'infezione primaria, le difese specifiche, quindi gli aumenti anticorpali recenti (sia IgM che IgG) non sono pericolosi per la sua creatura. Cordiali saluti ed auguri.

Dott. Marcello Navazio
Ginecologo - Endocrinologo - Bologna

Toxoplasmosi

(25/07/2014 - 17:12)

Salve, ho 24 anni e sono alla mia prima gravidanza 13+4 e alla 12+0 è emerso una positività alla toxo precisamente igm 4 (positive) e igg 5 (dubbie). Il giorno stesso ho iniziato la cura con spiramicina 3cp al gg ma non mi ha spiegato niente nessuno...mi hanno detto di stare tranquilla e che con l'amniocentesi si sarebbe visto se il bimbo è infetto o no. Io ovviamente una volta tornata a casa sono andata su internet e ho letto cose sconvolgenti e ho pianto per tre giorni ininterrottamente. Ora vorrei avere un po’ di chiarezza riguardo a questa malattia. Se l'amnio risulta negativa si ha la certezza che il bimbo stia bene? Se l'amnio fosse positiva si può chiedere l'aborto anche se sono passati già tre mesi? Dalle eco si possono vedere tutti i danni causati o solo alcuni? Tre giorni prima della brutta notizia avevo fatto la translucenza nucale e avendo controllato anche i vari organi non era emerso nulla di anomalo… è un buon segno o da quell'esame non si possono rilevare eventuali danni? Ci sono molti casi di bambini infetti? Mi scuso per le innumerevoli domande, ma sono spaventata e sola… grazie

Lettera non firmata

Gentile Signora,
se un’infezione colpisce precocemente spesso si ha aborto. Un’amniocentesi positiva per toxoplasmosi non necessariamente implica un’infezione fetale. In caso di negatività direi che l'infezione fetale è altamente improbabile. Se il microrganismo ha causato danni anatomici, molto probabilmente l'ecografia li evidenzierà. Una normalità ecografica però ovviamente, non garantisce matematicamente l'assenza di contatto tra il feto ed il microrganismo, anche se lo rende meno probabile. Non credo si possa effettuare un'interruzione di gravidanza dopo la 12ª settimana, in assenza di danni fetali accertati. Ad ogni modo su questo punto, chieda al suo ginecologo. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Medicina Interna - Ecografista - Matera

Vaginite, candita o altro......

(20/07/2014 - 12:23)

Prurito intimo, bruciore, odori sgradevoli, perdite come ricotta... Cosa può essere? Qual è la cura? Grazie mille anticipatamente, perché non ce la faccio più...

Lettera non firmata

Deve fare una visita ginecologica. Non può trovare diagnosi e terapia da sola in questo modo. Tanto vale chiedere al farmacista. Le pare? Può essere candida o anche un'associazione di patogeni, visti i vari sintomi che descrive. Un esame obiettivo è indispensabile. Mi dispiace. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Non immune al citomegalovirus

(18/07/2014 - 14:16)

Buongiorno, le scrivo perché sono abbastanza preoccupata. Sono attualmente a 14 settimane di gravidanza e ho scoperto di non essere immune al CMV (igg e igm negativi), però ho una bimba di due anni che frequenta il nido e a settembre inizierà l'asilo (dovrò accompagnarla per l'inserimento). Il mio ginecologo non ritiene necessario ripetere l'esame del CMV, mi chiedo se è giusto o no e quali precauzioni devo prendere. Grazie per l'attenzione. Saluti

Lettera non firmata

Anche se l’infezione da Cytomegalovirus è abbastanza frequente, esistono tantissime altre malattie infettive per le quali non sono disponibile neppure i kits per il dosaggio anticorpale. Le precauzioni di una persona che non ha contratto il Cytomegalovirus non differiscono di molto da quelle di una persona che ha già avuto la malattia. Bisogna infatti evitare i super affollamenti e gli ambienti chiusi, baci e bacetti di cortesia con adulti e bambini (evitando ovviamente le esagerazioni...). Sempre senza incorrere in esasperazioni, lavarsi spesso il viso ed anche le mani soprattutto al rientro a casa. Personalmente ritengo sia opportuno ripetere gli anticorpi per il Cytomegalovirus periodicamente. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Medicina Interna - Ecografista - Matera

Enterococcus Faecalis in gravidanza

(17/07/2014 - 14:33)

Buongiorno, sono alla 7° settimana di gravidanza, il mese scorso un tampone vaginale è risultato positivo a numerose colonie di enterococcus faecalis! Il sostituto del mio ginecologo dice che in assenza di sintomi non devo fare niente... ma ogni tanto fastidi leggeri si presentano. Essendo all'inizio della gravidanza, si può curare? Avrà problemi la gravidanza e l'embrione? Sono molto spaventata, leggo che questo batterio tende a tornare anche dopo la cura! Temo per la salute del bambino.

Lettera non firmata

Ho idea che se ha fatto il tampone i sintomi c'erano. E i fastidi che riferisce, benché leggeri, sono sintomi. Quindi... In gravidanza o fuori gravidanza un'infezione è sempre meglio curarla. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Dubbio toxoplasma

(14/07/2014 - 15:12)

Buonasera Dottore, avrei bisogno di una delucidazione in merito alla trasmissione della toxoplasmosi. Volevo sapere se gli oociti possono essere ''trasferiti'' da uno strumento al cibo? Mi spiego meglio: sui blog alcune donne evitano il consumo di prodotti ritenuti sicuri, come ad esempi il prosciutto cotto o la mortadella, per paura che la lama dell'affettatrice sia stata a contatto con prodotti contaminati tagliati precedentemente. In tal caso, se il rischio fosse reale, anche molti altri prodotti sarebbero pericolosi, grazie anticipatamente,

Alessia

Gentile Alessia,
l’evenienza che lei prospetta è teoricamente possibile, però piuttosto improbabile in pratica. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Medicina Interna - Ecografista - Matera

Rosolia: Prima igm positive e ora dubbie. Posso avere la gravidanza?

(08/07/2014 - 16:23)

Gentilissimo dottore, io ho fatto il vaccino trivalente il 9 aprile e dopo un mese e mezzo (cioè il 29 maggio) faccio il rubeo test e i risultati sono IgG h 146,3 (valore d riferimento 0,0 11,0) e IGM positivo (senza nessun numero), mi avete già risposto e mi avete detto che posso stare tranquilla, che le IGM persistono per lungo tempo... poi ripeto il rubeo test dopo un mese (il 24 giugno che sarebbero due mesi e mezzo dopo il vaccino) e il risultato e IgG 146,1 e IGM dubbio (senza nessun numero), ora vi chiedo come mai ora le IGM sono dubbie? Posso avere la gravidanza che sono passati già 3 mesi? La dottoressa dove ho fatto le analisi del sangue dice che devo aspettare che si negativizzano anche se ci possono volere anni. Voi che dite, posso avere una gravidanza che sono passati i 3 mesi che mi avevano consigliato o devo ancora aspettare? Spero mi risponda presto. Grazie

Lettera non firmata

Gentile Sig.ra,
non posso che ripeterle quanto già illustrato nell'altra risposta. La presenza delle IgM non significa "presenza del virus", ma è solo espressione della dinamica della risposta immunitaria del suo fisico. Il fatto che ora siano dubbie invece che positive, per quanto espresso in modo approssimativo, significa che il livello attuale è inferiore (dubbio) a quello precedente (positivo) e quindi stanno scendendo. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Herpes genitale in 25.ma settimana

(07/07/2014 - 15:44)

Buongiorno, sono alla 25 settimana e ho avuto questi risultati da esami di routine in particolare su s-hsv 1 e 2: s-hsv 1 igg 5,1 s-hsv 2 igg 0,9 s-hsv 1+2 igm 0,2. Ora io sarei tranquilla per il primo, visto che di herpes labiali ne ho avuti parecchi nella mia vita, ma genitale no... cosa ne pensa di questi valori? Posso stare tranquilla? Grazie della risposta!

Rossella

Gentile Rossella,
senza valori di riferimento, variabili da laboratorio a laboratorio, non si possono esprimere giudizi. È anche importante escludere lesioni virali genitali visibili, colposcopicamente o anche con una semplice visita. Ad ogni modo, non dovrebbero esserci problemi. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Medicina Interna - Ecografista - Matera

Ureaplasma

(04/07/2014 - 15:13)

Salve dottore, ho ritirato il risultato dei tamponi vaginali e sono risultata positiva all'ureaplasma 10^4. Sono alla 21 esima settimana di gravidanza. Tra gli antibiotici sensibili dall'antibiogramma risultano: clindamicina, ofloxacina e ciprofloxacina. Il ginecologo dal momento che tutti e tre sono sconsigliati in gravidanza mi ha detto di mettere degli ovuli di furotricina. Pensa ci possano essere dei rischi per la gravidanza o che questa terapia possa essere sufficiente per eliminare/ tenere a bada questo batterio? Grazie mille!

Lettera non firmata

Non è mai nostra intenzione sostituirci alle indicazioni dei vostri medici nè giudicare il loro operato. Oltretutto non potendovi visitare in prima persona, il parere oltre che scorretto sarebbe poco attendibile. È dura quando l'antibiogramma indica quali antibiotici efficaci solo quelli controindicati in gravidanza. Spesso però è l'antibiogramma che è carente e ha testato solo pochi antibiotici. In ultimo la pericolosità da considerare non è solo dei farmaci, ma anche quella derivante dal non trattare un'infezione. Quindi lasci la valutazione del delicato bilancio rischi/benefici al suo ginecologo. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Toxo e fivet

(02/07/2014 - 13:13)

Buongiorno, ho effettuato nel mese di marzo gli esami previsti per poter iniziare un percorso pma e sono risultata positiva alla toxoplasmosi: igg 400, igm 160, avidità 0.047. Il medico mi ha consigliato di posticipare tutto e rifare gli esami che a fine giugno danno questi risultati: igg 400, igm 91, avidità 0,170. Secondo lei è in remissione? Devo aspettare ancora o potrei programmare per settembre? Grazie mille!!!

Lettera non firmata

Buongiorno,
la positività delle Ig M da toxoplasmosi rimane per diversi mesi, ma l'infezione non è più in fase attiva. Si rivolga al centro di PMA per valutare il momento migliore per iniziare le cure. Auguri

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Varicella: quanto dovrò attendere per una gravidanza?

(02/07/2014 - 10:20)

Buongiorno, ho contratto la varicella alla fine di maggio e mi è comparsa con le prime pustole il 12 giugno in forma non forte, in 12 giorni tutto risolto. Dato che ho 40 anni e poco tempo a disposizione per concepire un figlio, volevo chiedere quanto tempo devo aspettare prima di provare. La prossima ovulazione dovrebbe essere fine luglio, posso tentare? Quali rischi può dare se non aspetto oltre? Grazie 1000

Lettera non firmata

Gentile Signora,
direi che a fine luglio la sua immunità dovrebbe essere completa. Quindi nessun problema. Facoltativa la valutazione del titolo anticorpale. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Medicina Interna - Ecografista - Matera

Quinta malattia o sesta in gravidanza

(01/07/2014 - 15:21)

Buonasera, sono in preda all'ansia, sono alla 33 settimana e 9 giorni fa ho lavorato con una persona che da una settimana ha iniziato con febbre alta e subito un eritema cutaneo e ingrossamento delle linfonodi del collo. Secondo il medico di base era dovuta ad un allergia da punture di zecca ma dopo aver fatto le analisi non risulta nulla di tutto questo. Nel frattempo anche il marito ha avuto la febbre molto alta, sembrava essere passata e invece da ieri ha iniziato con uno sfogo alle gambe. Ora mi chiedo potrebbe essere la quinta o la sesta malattia?? E quante possibilità ho che la malattia stia ancora in incubazione??? E sopratutto quali sono i rischi che può correre il mio bambino??? La ringrazio anticipatamente...

Lettera non firmata

In genere a 33 settimane di gestazione non vi sono particolari problemi per il feto. Sono malattie che possono avere un'incubazione anche di due settimane. Nel caso dovesse comparirle l'esantema, si faccia visitare in modo da avere una diagnosi più precisa. Successivamente deve attendere la soluzione spontanea della malattia cercando di contenere i sintomi e l'eventuale febbre. A quel punto si controlla poi il feto che, le ripeto, a quest'epoca non è particolarmente suscettibile, salvo in caso di infezione da parvovirus, che può essere più insidioso. Inutile fare l'elenco di tutte le possibili evenienze. Serve solo a ingigantire l'ansia. Sia ottimista. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Il virus e i batteri possono aver provocato dei danni al feto?!

(28/06/2014 - 17:39)

Egregio Dottore, sono alla decima settimana di gravidanza. Mi è stato riscontrato un valore positivi degli anticorpi IGM anti herpes simplex 1/2 e la presenza al tampone vaginale di gardnerella, leucociti, batteri aerobi e gram negativi. Avrò tra 15 giorni la visita dal ginecologo. Sono molto preoccupata vorrei, per piacere, sapere se il virus e i batteri possono aver provocato dei danni al feto e se potrebbero compromettere la gravidanza. Grazie mille per la sua disponibilità. Cordiali saluti

Lettera non firmata

Non credo proprio che il feto possa aver avuto problemi al momento. Per il futuro, chi la segue, saprà sicuramente interpretare correttamente l'evoluzione dei dati e darle consigli giusti. Si tranquillizzi quindi. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Medicina Interna - Ecografista - Matera

Pericolo animali in gravidanza!?

(28/06/2014 - 12:08)

Salve! Sto all'11 settimana di gravidanza e per fortuna le analisi vanno tutte bene. Il dottore mi ha detto di evitare il contatto con gatti per evitare di contrarre la toxoplasmosi ed io cerco di starci molto attenta. In casa però ho una cagnolina ed un pappagallino inseparabili e mi chiedevo se devo evitare contatti anche con loro o posso tranquillamente toccarli e giocarci? Grazie

Lettera non firmata

Per infettarsi con i gatti, dovrebbero essere infetti e le loro feci sono pericolose per contagio circa 24 ore dopo la emissione. I cani ed i pappagalli non costituiscono pericolo per la toxo. Più che ai gatti, raramente infetti, almeno quelli casalinghi, farei attenzione all’alimentazione, come dovrebbe averle spiegato nel dettaglio il suo ginecologo. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Medicina Interna - Ecografista - Matera

Posso avere una gravidanza dopo 3 mesi dal vaccino?

(27/06/2014 - 20:30)

Gentilissimo dottore, grazie per aver risposto alla mia domanda, ma vorrei sapere se posso rimanere incinta visto che il 9 luglio sono 3 mesi dal vaccino (fatto il 9 aprile). Le ripeto i miei risultati del rubeo test fatto dopo un mese e mezzo dal vaccino trivalente IgG 146 e IGM positive, posso dopo il 9 luglio che sono passati 3 mesi avere la gravidanza con questi risultati? E se dovessi rimanere incinta per sbaglio c’è qualche pericolo per le IGM positive anche se sono passati 3 mesi? Grazie e mi scusi per tutte queste domande.

Lettera non firmata

Gentile Signora,
non dovrebbero esserci problemi. Rifaccia però il test. Se le IgM sono positive a basso titolo, ed il titolo delle IgG è adeguato, si può affrontare con sufficiente serenità una gravidanza. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Medicina Interna - Ecografista - Matera

Streptococcus Agalactiae

(25/06/2014 - 18:05)

Buonasera, sono alla 29esima settimana di gravidanza. Oggi ho ritirato l'esito dell'urinocoltura prescrittomi dalla mia ginecologa dopo che gli esami mensili di routine avevano rilevato la presenza di batteri (226) nelle urine. Dal referto, risulto positiva allo streptococcus agalactiae con un valore di 500.000 UFC/ml; lo stesso è accompagnato dall'antibiogramma. La domanda che vi pongo è: Occorre che mi faccia prescrivere una cura antibiotica dal mio medico di base (poiché la mia ginecologa è assente e all'estero fino a metà luglio) o la stessa va somministrata solo durante il parto? Grazie.

Lettera non firmata

Gentile Signora,
se l'urinocoltura è positiva deve farsi prescrivere la terapia antibiotica. Cordiali saluti

Dott.ssa Giovanna Marforio
Ginecologo - Trapani

Ho le igm positive. Posso avere un figlio?

(21/06/2014 - 01:24)

Caro dottore, ho bisogno di un suo consiglio. Ho fatto il vaccino trivalente perchè non ero immune alla rosolia. Dopo quasi 2 mesi ho ripetuto il rubeo test e il risultato è igg 146 (il valore di riferimento era 011) e le IGM positive (senza nessun numero). Ora le chiedo: posso ora rimanere incinta oppure devo aspettare che le IGM si negativizzano? Anche se ho letto che a volte ci vuole tantissimo tempo. Che faccio? Mi risponda presto, per favore. Grazie

Maria

La presenza delle IgM indica appunto un contagio recente, nel suo caso provocato ad hoc dalla vaccinazione. La persistenza delle stesse indica il modo di reagire del suo fisico nel produrre immunità e non ha alcun nesso sulla sicurezza o meno di iniziare la gravidanza. Anzi sono segno che la vaccinazione ha colto nel segno. Quindi trascorsi i mesi dalla vaccinazione indicati per prudenza, può provare senza badare alle IgM. Cordiali saluti. Cordiali saluti

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Citomegalovirus ed herpes labiale

(20/06/2014 - 16:04)

Buongiorno Dottore, ho 30 anni e sono alla 9 settimana di gravidanza. 40 giorni circa prima di rimanere incinta ho fatto l'esame per il citomegalovirus e il risultato è stato Igg positivo e Igm border line, il laboratorio non dava altri valori di riferimento. Una settimana dopo ho avuto un herpes labiale, le due cose possono essere collegate? Dall'inizio della gravidanza il mio ginecologo non mi ha più fatto ripetere il test e ora sono un po' preoccupata. Secondo lei ci possono essere rischi per il bimbo? Grazie in anticipo

Lettera non firmata

L’Herpes labiale si manifesta quando per una qualsiasi ragione si attenuano le difese immunitarie. Un’altra infezione come quella del citomegalovirus, potrebbe in qualche maniera indebolire la persona, ma il condizionale è d’obbligo. Una correlazione diretta però fra il citomegalovirus e l’herpes non è evidente. Non credo debba preoccuparsi per l’infezione del citomegalovirus, almeno dalle notizie che mi fornisce. In caso di dubbio ripeta l’esame associando eventualmente l’avidità. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Medicina Interna - Ecografista - Matera

Ab anti Ruseo virus

(19/06/2014 - 17:39)

Buonasera, sono Lena e oggi ho ritirato i referti medici riguardo alla rosolia. Sono di 39+1, ho 20 anni, sui documenti c'è scritto IGG 16 Ul/mL >11: Positivo IGM Assenti. Giudizio diagnostico: Immunità dubbia. Livello anticorpale non sicuramente protettivo. Mi devo preoccupare del risultato? Cosa devo fare?

Lena

E si vuole preoccupare a 39 settimane? In genere non lo facciamo proprio più il test della rosolia dopo il 4° mese. Un'eventuale infezione a quest'epoca non presenta pericoli diversi da un'infezione ai bimbi già nati. Nel suo caso è assolutamente improbabile un'infezione con un titolo anticorpale così basso, che probabilmente è lo stesso che aveva anche all'inizio della gravidanza. Stia tranquilla. Cordiali saluti.

Dott. Salvatore Annona
Ginecologo - Napoli

Rosolia igm igg positive dopo vaccino

(19/06/2014 - 14:36)

Gentile dottore buongiorno, sono una ragazza di 22 anni che è alla 9 settimana di gravidanza (seconda gravidanza). Dopo la prima gravidanza decisi di vaccinarmi contro la rosolia, perchè non ero mai stata infetta da allora non ho fatto analisi per verificare se aveva attecchito o meno il vaccino. (Marzo 2012). Solo in questi giorni negli esami di routine ho visto che è uscito negli esami: Anti rosolia igg: 82,0 EU/ml: val riferimento assenti 15. Rosolia Igm 1,4 Index : val riferim. assenti < 0,9; dubbio 0,9- 1,1 ; presenti > 1,1. Ripeto l'esame dopo 10 giorni Rosolia igg 79,3 (stessi valori rif di cui sopra). Rosolia igm 1,0 (stessi valori rif di cui sopra). Cambio laboratorio per fare anche la avidità delle igg. Il risultato dell'avidità la attendo per domani mattina mentre ho i risultati delle igg e igm Igg anti rosolia Positivo 48 CLIA IU/ mL : val rif. negativo 11. Igm anti rosolia Positivo 83 CLIA AU/mL: val. rif. negativo 25 (AU= unità arbitraria). Che mi dite voi di ciò?

Lettera non firmata

È probabile che si tratti di una semplice persistenza delle immunoglobuline M. Succede relativamente spesso anche in presenza di immunità. Un saluto

Dott. Nico Comparato
Medicina Interna - Ecografista - Matera