Anonimo

chiede:

Salve dottore, mi Claudia ed ho 34 anni, da circa una settimana mi sono accorta di essere incinta nonostante mio marito soffra di prostatite in forma acuta da settembre. La mia domanda è la seguente: in presenza di questo problema vi è la possibilità che il seme all’epoca del concepimento fosse infetto e pertanto vi è il rischio di problemi per il feto? Grazie per la cortese attenzione

Gentile Claudia, se il seme di suo marito ha fecondato, vuol dire che all’epoca era buono. La prostatite non aumenta il rischio di malformazioni. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Andrologo