24.07.2014
Registrati alle settimane di gravidanza

News

Caffè in gravidanza: senza esagerare non fa male al bebè!

 

 

Ottime notizie per le donne in attesa: il caffè non fa male al feto, e dunque può essere bevuto anche in gravidanza. A patto però di non esagerare. A restituire il piacere della tazzina di caffè, anche per le future mamme italiane, per le quali essa rappresenta un rito, è un recente studio danese che ha appunto dimostrato che il caffè assunto in gravidanza in moderate quantità non nuoce alla salute del feto.


La ricerca, pubblicata recentemente sul British Medical Journal, è stata condotta presso l'Università di Aarhus ed ha coinvolto 1.207 donne in dolce attesa (prima della 20.ma settimana di gestazione) e in buone condizioni di salute all'inizio dello studio: a metà delle volontarie, che erano state classificate in base al consumo abituale di caffeina (coloro che bevevano abitualmente tre o più tazze di caffè al giorno erano considerate "ad alto consumo di caffeina") è stato dato del caffè decaffeinato. All'altra metà è stato somministrato del caffè normale; a tutte le partecipanti infine è stato chiesto di riferire se eventualmente assumessero altri alimenti o bevande che potessero contenere caffeina (tè o cola). I ricercatori danesi hanno, infine, calcolato la durata della gravidanza, il peso del neonato alla nascita, precedenti gravidanze e fumo delle mamme.


Dai risultati non è emersa alcuna significativa differenza tra i figli di donne che avevano assunto caffè decaffeinato e quelli di donne che avevano bevuto caffè normale. Tra le donne che avevano bevuto il caffè con caffeina, il 4,2% era nato prematuramente e il 4,5% pesava sotto la norma; nel gruppo di consumatrici di decaffeinato si sono registrati il 5,2% di bambini prematuri e un 4,7% di sottopeso. Dati praticamente simili: "Non abbiamo evidenziato alcun effetto nemmeno nelle donne che avevano abbandonato il caffè durante l'ultimo periodo di gravidanza", ha spiegato il coordinatore della ricerca, Bodil Hammer Bech.


I risultati sulle 1.207 donne in gravidanza hanno dunque portato a questa ulteriore conclusione: "Sono solo le donne che bevono molti caffè ad avere conseguenze sul peso dei neonati o sul momento della loro nascita. Ma non tanto per colpa della caffeina, quanto perché chi beve tante tazzine in genere ha qualche cattiva abitudine in più, cioè fuma e/o consuma alcolici", spiega ancora Bodil Hammer Bech.


Nonostante questi risultati confortanti, gli studiosi consigliano comunque di non superare i 300 mg di caffeina al giorno, che equivalgono a tre tazze di caffè istantaneo, sei tazze di tè, otto lattine di cola o otto barrette di cioccolato.


I margini per soddisfare un peccato di gola ci sono tutti! ;-)


Marco Fasolino
Indice News