Egocentrismo o vero gesto d’amore?

Ho 35 anni, ho un bambino, Andrea, che fra qualche mese farà 5 anni e con mio marito stavamo pensando di avere un altro bambino. In parte perché pensiamo che avere un fratellino sarebbe importante per Andrea... ma poi
mi assalgono mille dubbi... non sarà che voglio un altro bambino per essere
al centro dell'attenzione, per ricevere mille attenzioni e coccole da chi mi sta intorno (non parlo solo di mio marito… ma anche di altre persona della famiglia)? Come faccio, lo chiedo a lei, a capire se questo secondo bambino sarà
frutto solo del mio egoismo, egocentrismo oppure un vero gesto d'amore... Grazie
se mi potrà dare qualche consiglio.

Cara MariaGrazia,
se una persona è in pericolo e lei le salva la vita lo fa esclusivamente per
quella persona o anche, almeno un po', per essere più contenta di sé stessa?
Come si fa a scindere due sentimenti complementari?
A mio parere lei dovrebbe pensare ad avere un secondo figlio solo se le
condizioni familiari, lavorative ed economiche le consentono di continuare
ad occuparsi anche del primogenito, con identica buona volontà e dedizione:
questa è l'unica cosa, a mio parere, da prendere in considerazione in questa
scelta.
Cari saluti e auguri.