"Mi sono sottoposta a un aborto farmacologico, ma continuo a piangere..."

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottoressa, a febbraio mi sono sottoposta a un aborto farmacologico per una gravidanza non gradita, in un momento non adatto con una persona non adatta. So di aver fatto la cosa giusta, e alcune volte sto bene e non ci penso. Ma quando ho preso questa decisione sono stata molto male e anche ora, quando ci penso fra me e me, piango molto. Perché mi succede questo?

Gentile signora, ritengo che il suo malessere attuale risieda, come ha già giustamente detto lei, nel fatto che comunque si è trattata di una decisione importante della sua vita che in quel momento l’ha messa in difficoltà sul versante emotivo. Credo che in questa circostanza potrebbe magari aiutarla farsi dare una mano da un professionista che possa lavorare con lei sui suoi vissuti e sulle difficoltà emotive che sta incontrando. Resto naturalmente a disposizione qualora possa essere utile.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo

Categorie