Oligoastenospermia: bisogna ricorrere alla PMA? - GravidanzaOnLine

Lisa

chiede:

Salve dottore, volevo sapere se, in base alla diagnosi dello spermiogramma di mio marito, possiamo risolvere la cosa solo con una inseminazione intrauterina. In sostanza la mia ginecologa ha detto che c’è una mobilità degli spermatozoi pari a 0%, e la diagnosi sui risultati diceva:”oligospermia lieve, astenospermia moderata, viscosità aumentata”.

Lei pensa che ciò possa essere risolto direttamente con questa inseminazione intrauterina? Oppure si può risolvere anche con qualche medicinale? Io per fortuna sto bene, ho fatto tutte le visite, ma mio marito ha questo problemino.

Lei consiglia di fare anche una visita approfondita da un andrologo e magari fare anche una spermiocoltura? Attendo la sua risposta, grazie e cordiali saluti.

Gentile Signora, credo che per suo marito sia opportuna una valutazione andrologica. Sulla base della visita si potrà cercare di migliorare la qualità del liquido seminale, anche se dovesse essere necessaria una pratica di procreazione assistita. La spermiocoltura la richiederà l’andrologo se dovesse ritenerlo necessario . Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Andrologo