Mi ha graffiato il gatto di una mia amica, rischio la toxoplasmosi?

Dimitra

chiede:

Gentile dottore,
sono alla 12+2 settimana della mia prima gravidanza. Trenta giorni fa, il 19/05/2016 mi ha graffiato il gatto di una mia amica; il gatto vive in semilibertà con libero accesso in uno spazio non recintato. Il graffio era piccolo, è guarito senza infettarsi ma comunque ha sanguinato un po’. A 27 giorni da quell’evento le IgM della toxoplasmosi sono negative.
Volevo chiedere fino a quando e con quale frequenza devo continuare a ripetere il test?
Grazie anticipatamente per il suo aiuto.
Cordiali saluti,

Gentile Dimitra,
non è il graffio del gatto il veicolo del toxoplasma, ma le spore contenute nelle sue feci e di conseguenza il terreno che può esserne inquinato. Il graffio del gatto può essere veicolo di altre malattie.
Il controllo delle IgM antitoxo lo deve fare in ogni caso per tutto il corso della gravidanza a prescindere da quel graffio. Chieda consiglio anche al suo ginecologo.
Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Infettivologo